Gli interventi di Luca Pellegrini, Armando Napoletano e Ciro Caruso a Radio Marte

A Radio Marte nel corso della trasmissione “Marte Sport Live” è intervenuto Luca Pellegrini, opinionista.
“Dopo lo scivolone contro il Cagliari il Napoli non è più padrone del suo destino, la trasferta del Picco è molto difficile. Il campo peraltro è più ristretto, quindi questo sarà indice di sofferenza. Peraltro poi lo Spezia in casa è sempre guardingo, forse ha perso un po’ di brillantezza ma è ancora lì. Merita la salvezza. Cosa non ha funzionato con il Cagliari? Innanzitutto aveva una squadra viva, Meret ha fatto alcune parate. Inoltre il Napoli mi è sembrato un po’ stanco sul finire della gara. E nel secondo tempo si è messo più a parlare che a correre. Troppe discussioni con arbitri e avversari, ha perso concentrazione.

A Radio Marte nel corso della trasmissione “Marte Sport Live” è intervenuto Armando Napoletano, giornalista.
“Lo Spezia deve muovere la classifica in attesa anche di Benevento-Cagliari, quella gara modulerà gli ultimi minuti del campionato della squadra. Dopo il Verona Italiano ha ammesso che la squadra risente del momento, molti giocatori sono alla prima esperienza in Serie A. Alla lunga la squadra si rende conto che i minuti e i punti sono determinanti. La squadra è meno sbarazzina e bada alla sostanza. Formazione? Agudelo potrebbe fare il falso nueve. Negli ultimi due allenamenti si evincerà se realmente ci sarà il colombiano in questo ruolo”.

A Radio Marte nel corso della trasmissione “Marte Sport Live” è intervenuto Ciro Caruso, ex difensore.
“Se pensiamo in grande non dovremmo preoccuparci di Koulibaly che manca contro lo Spezia. Rrahmani e Manolas sono due signori giocatori per giocare contro lo Spezia, se giocassimo contro il Bayern Monaco sarebbe un’altra cosa. Demme? Dà una mano impressionante in fase difensiva. Cosa ho pensato dopo il gol di Nandez? La personalità e la voglia di portare a casa il risultato sono mancate. Si è preso gol con la linea di difesa abbassata sul portiere, Duncan ha preso la mira per servire il compagno. Non esiste proprio. Magari i giocatori avevano timore e si sono fatti prendere dalla partita. Non me la prendo con Gattuso perché se Koulibaly e Manolas sono top non possono permettere che questo accada, dovevano strillare i compagni. Champions League? Il Napoli deve andare a La Spezia per vincere, con tutto il rispetto”.

Commenti