Gli interventi di Luigi Pavarese, Gianluca Lena e Ciro Troise a Radio Marte

A Radio Marte nel corso della trasmissione “Marte Sport Live” è intervenuto Luigi Pavarese, dirigente.
“Sono stato un ragazzo fortunato perché ero il segretario generale del Napoli che vinse il primo Scudetto. E’ stato bello poterci ritrovare ieri, anche se in pochi, per ritornare indietro nel tempo con la memoria. Ci siamo ripromessi di farlo ogni 10 maggio, ogni anno, anche per ricordare il grande Diego che è immortale ma che comunque ci mancherà sempre. Foggia? Squalifica indegna, non ha offeso nessuno. Mazzoleni mi risulta essere un cattolico praticante e quando è in Chiesa non deve pensare di entrare in una lavatrice. Fossi stato un tesserato del Benevento probabilmente mi avrebbero squalificato a vita. Questa è la tipica arroganza del potere che molte volte si rende ridicolo. Dobbiamo a questo punto elogiare il comportamento di Pasqua in Milan-Napoli. Doveri non ha avuto il coraggio di contraddire il VAR.
Come può Mazzoleni giudicare il movimento di un giocatore che entra in area palla al piede e pensare che possa indurre in errore l’arbitro, quando invece lui anticipa l’avversario. Secondo me il vero responsabile è Doveri. Mazzoleni in Milan-Napoli chiamò Pasqua che poi prese la sua decisione.
Udinese? Non ha nulla da chiedere al campionato e per questo è ancora più pericolosa. Faccio i complimenti a Gattuso per come sta gestendo la rosa e i due attaccanti in particolare. Bisognerà capire se Mertens è al 100%, altrimenti partirà Osimhen che sta crescendo e sta dimostrando tutto il suo valore”.

A Radio Marte nel corso della trasmissione “Marte Sport Live” è intervenuto Gianluca Lena, giornalista.
“Credo che negli ultimi anni è stata persa l’abitudine di regalare un po’ di punti da parte delle squadre senza obiettivi. Nell’ambiente Udinese si spinge molto per provare ad arrivare al 10° posto, un obiettivo che la squadra ha sempre fatto fatica a raggiungere. La partita di stasera sarà viva e aperta, il Napoli visto da qua è uno dei candidati più forti per il quarto posto. Con l’assenza di Arslan bisognerà capire dove spostare Pereyra, o sulla linea dei centrocampisti con Forestieri insieme a Okaka oppure a sostegno della punta. Da capire se riposerà Becao, eventualmente al suo posto De Maio. De Paul? Fortemente legato a Udine, c’è da capire se le offerte per lui saranno all’altezza delle richieste”.

A Radio Marte nel corso della trasmissione “Marte Sport Live” è intervenuto Ciro Troise, giornalista.
“Squalifica di Foggia? Io vorrei sapere a Udine perché Paratici non è stato squalificato. Doveri e Mazzoleni sono colpevoli entrambi, sembra che Mazzoleni però abbia un protocollo a parte. Per Bakayoko su Hernandez si va al VAR, la storia di Viola che trascina la gamba poi è un’assurdità. Calvarese? Guardia altissima, è l’arbitro che non diede il rigore al Cagliari contro la Juventus per il mani di Bernardeschi. Osimhen? Da quando ha giocato dal primo minuto dopo la guarigione ha fatto gol a tutte tranne all’Inter. Penso che anche all’Udinese potrebbe far male. Il Napoli poi con il suo palleggio veloce può trovare gli spazi anche contro una difesa organizzata”.

Commenti