ROSARIO PASTORE: mala tempora currunt, noi poveri tifosi delusi…

Un’accozzaglia di isterici. A cominciare dall’uomo in panchina, che si rivolge educatamente al suo collega dell’altro fronte con queste gentili parole: . Per continuare con quell’altro campione di savoir faire che si chiama Manolas il quale, dimentico della puttanata inscenata a Reggio Emilia, col regalo di un rigore al 90′ al Sassuolo, se l’è presa col medesimo Juric, colpevole di aver preso troppo seriamente la situazione. Con l’immediata risposta della controparte: . Purtroppo, e questo è il punto: il Napoli la sua partita non l’ha mai fatta. Se non, appunto, col suo comportamento fuori dalle righe. C’è qualcuno che ha notato, oltre al sottoscritto, i visi scuri di Insigne, di Fabian Ruiz, di Lozano (costantemente rimproverato da Gattuso, che ne facilitava così il moltiplicarsi degli errori), di Di Lorenzo? Erano scesi in campo tesi come corde di violino, il modo migliore per rendere al peggio. E, quando si sono accorti che il Verona non aveva intenzione di fare l’agnello sacrificale, si sono innervositi sempre di più. L’uomo vestito di nero (non Chiffi, che era tutto colorato, ma l’altro, avete capito chi) seguiva il povero Osimehn costantemente imbrigliato, ma non aveva consigli da dargli. Forse perché non sapeva cosa consigliargli. Vedeva in mezzo al campo un tipo con barba lunga che rallentava ilgioco, che pareva d’impaccio a se stesso e ai compagni, un tale Bakayoko, ma non pensava minimamente che dovesse essere sostituito a vantaggio di un giocatore, Demme, che, con la sua esperienza, aveva fortemente propiziato l’andamento altamente positivo delle ultime prestazioni. E, soprattutto, vedeva Insigne sicuramente non in partita e si intestardiva a tenerlo in campo, a miracol mostrare. D’accordo, questa fine è figlia anche di episodi precedenti, di regalini fatti ad una banda di ladri, ed altri regalini gentilmente donati a una formazione isolana. Ma questo giustifica fino ad un certo punto quanto è accaduto. Il Napoli ha lasciato al Verona 6 punti sugli 8 in palio. Al Verona, capite? Oltre ovviamente a tutti gli altri lasciati generosamente per strada contro avversari che avrebbe dovuto divorare. Un illustre collega assicura che questo può accadere a tutti. E allora diciamo che al Napoli è accaduto… un po’ di più. A questo punto, l’unica cosa positiva è che l’addio lascerà meno inconsolabili vedove Gattuso. E che quelli (e mi riferisco sempre all’illustre collega) che hanno voluto scusarsi ufficialmente con il calabrese, pensando che ormai le cose fossero andate al meglio, capiranno che quelle scuse erano state un tantinello intempestive. Ed ora? Ed ora, mala tempora currunt, amici miei. Il presidente metterà sul mercato i pezzi migliori, sceglierà un tecnico che si accontenti di guidare una formazione fortemente ridimensionata e ricominceremo a vivere esperienze che abbiamo già vissuto, ahimé, sulla nostra pelle di poveri tifosi delusi. Allegri? Credete che si accontenti di una Europa League qualsiasi? Fosse così, d’accordo, anch’io chiederei scusa. Ma penso però, purtroppo, che difficilmente dovrò farlo.

di Rosario Pastore

Commenti
avatar

Vincenzo Letizia

Giornalista sportivo, nasce a Napoli il 16/02/1972. Tante le esperienze professionali: collaboratore dei quotidiani “IL TEMPO”, “NAPOLI NORD”, “LA VERITA'”, “DOSSIER MAGAZINE”, “CRONACHE DI NAPOLI”, dei mensili “L’OASI” e “IL VOMERESE”. Corrispondente da Napoli del quotidiano “IL GOLFO”, redattore del periodico “CORRIERE DEL PALLONE”, direttore editoriale del settimanale di scommesse sportive 'PianetAzzurro FreeBet'. Responsabile dei servizi sportivi del “CORRIERE DI CASERTA”. Tra i collaboratori del ‘laboratorio di giornalismo e di comunicazione’ diretto da Michele Plastino. Inviato della trasmissione radiofonica “ZONA MISTA” in onda su CRC targato Italia. Più volte ospite alle trasmissioni televisive “Campania Sport” e “PANE E PALLONE” in onda su Canale 21, “ULTRAZOOM” in onda su TCS, “TRIBUNA Sport” in onda su Televomero, “Sotto Rete” in onda su TLA. Ideatore ed opinionista della trasmissione WEB/RADIO 'MONDO CALCIO' andata in onda sulla Tele5 Napoli tutti i lunedì alle 18,00 e i venerdì alle 21,30. Ha curato ogni sabato pomeriggio, intorno alle ore 16,30, la rubrica radiofonica su 'RADIO PUNTO ZERO' (FM 102.00) 'LA BOLLETTA' all'interno del seguitissimo programma 'Zero Magazine' in onda dalle 16:00 alle 19:00 (su www.rpz.it in Live Streaming). Ideatore e conduttore del programma TV 'CALCIOMERCATO & SCOMMESSE MONDIALI' andato in onda su Area Blu TV durante il Mondiale sudafricano. Opinionista fisso del programma TV 'AREA AZZURRI' in onda tutti i martedì alle ore 21 sul digitale terrestre 'AREA BLU TV'. Ospite fisso della trasmissione "SORRISI E PALLONI" in onda su Radio Punto Nuovo e su Capri Event TV. Opinionista della trasmissione televisiva "NAPOLI CALCIO LIFE" in onda su Capri Event TV e TeleCapri Sport. Autore e produttore della trasmissione televisiva "PIANETAZZURRO TV" in onda su RTN. ATTUALMENTE: presidente dell'associazione giornalistica AGiCaV; direttore editoriale del periodico cartaceo “PIANETAZZURRO” ; direttore generale dell'omonimo portale sportivo www.pianetazzurro.it , del sito di cronaca e intrattenimento www.campaniaveritas.it e della guida gastronomica www.golosando.eu