Gli interventi di Alessandro Vocalelli, Andrea De Pauli e Beppa Galli a Calcio Napoli 24 Live

 L’ex direttore del Corriere dello Sport Alessandro Vocalelli è intervenuto in diretta a ‘Calcio Napoli 24 Live’ trasmissione in onda su CalcioNapoli24 TV (296 Digitale Terrestre) per parlare delle ultime notizie sul Napoli. Ecco quanto evidenziato da CN24:

“L’Italia agli Europei? In ogni manifestazione, al di là della propria squadra, si adotta la Nazionale e quella di Mancini sta conquistando con l’atteggiamento d’unione e con la qualità del gioco: è il fenomeno nuovo dell’Europeo, l’Italia aveva un altro stile di gioco e ora ci sta sorprendendo.

La Spagna? Una squadra meno forte di quella degli ultimi anni, ma dobbiamo diffidarne perchè hanno individualità in grado di far male.

Insigne? Discuterlo ancora oggi anche basta, è un giocatore quasi indiscutibile: ci sono i numeri che parlano per lui, nello splendido Europeo di Spinazzola c’è stato anche un grande sacrificio da parte di Lorenzo. È uno dei primi tre giocatori del campionato italiano”

Il giornalista Andrea De Pauli, corrispondente da Spagna e Portogallo per il Corriere dello Sport, è intervenuto in diretta a ‘Calcio Napoli 24 Live’ trasmissione in onda su CalcioNapoli24 TV (296 Digitale Terrestre) per parlare delle ultime notizie sul Napoli. Ecco quanto evidenziato da CN24:

“Lorenzo Insigne ed il Barcellona? Al club piace, ma il Barcellona non ha un euro: è una idea più che complicata, in questi giorni stanno svendendo i giocatori pur di calare gli stipendi. E proprio per questo momento mi sembra infattibile una ipotesi del genere.

C’è una voce abbastanza autorevole che racconta di come il Barcellona stia cercando di convincere Miralem Pjanic ad andare via gratis, pur dovendo ammortizzare ancora 45 milioni. E lo stesso ragionamento viene fatto per Umtiti. Il Barcellona sta cercando di sgravare il monte salari, la Liga gli ha fatto capire che deve muoversi così ed il club sta facendo tutte queste mosse prima di annunciare il rinnovo di Leo Messi, che non toccherà i 50 milioni netti del vecchio accordo.

Insigne arriverebbe con uno stipendio allineato ai giocatori più pagati della rosa, i vari Piqué e Jordi Alba sugli 8-12 milioni di euro: il Barcellona vorrebbe spalmare questi stipendi, e ne sta discutendo in questi giorni.

La Spagna all’Europeo? Luis Enrique era stato criticato per non aver convocato alcun giocatore del Real Madrid e per i primi due pareggi, poi ha trovato la via del gol con una certa continuità. Ha acquistato fiducia, sugli esterni può far male e potrebbero giocare Ferran Torres e Dani Olmo contro l’Italia: sarà importante toglierli il possesso palla, e la coppia di centrali non mi sembra irresistibile.

Fabian? Era un titolarissimo in nazionale fino all’autunno, ma Busquets è intoccabile e all’Europeo Koke e Pedri non stanno concedendo spazi: l’azzurro continua ad essere apprezzato in Spagna, il Barcellona lo seguiva ai tempi di Setien e magari potrebbe tornare d’attualità per un Real Madrid che ha un centrocampo un po’ avanti con gli anni”

Il presidente di Assoagenti e agente del difensore del Brescia Andrea Cistana, Beppe Galli, è intervenuto in diretta a ‘Calcio Napoli 24 Live’ trasmissione in onda su CalcioNapoli24 TV (296 Digitale Terrestre) per parlare delle ultime notizie sul Napoli. Ecco quanto evidenziato da CN24:

“Il prezzo di Koulibaly? Se uno ha un campione e non vuole darlo via, se lo tiene e non fissa un prezzo al cartellino del calciatore.

L’Italia? Mancini ha fatto un grande lavoro, bisogna dare meriti agli allenatori e non solo colpe quando si perde: il merito è di chi ha costruito questo gruppo.

Italia-Spagna? Gli azzurri si divertiranno, è una semifinale e dobbiamo essere felici di esserci arrivati: è una nazionale divertente, sulle critiche al centravanti rispondo dicendo che si fa sempre polemica (ride, ndr). Chi gioca sa sempre quello che deve fare, io seguo le parole del mister Mancini che parla di ragazzi che devono divertirsi.

Il futuro di Cistana sarà in Serie A? Quando è rientrato ha dato una svolta alla difesa, tutta la squadra stava bene ma lui ha dimostrato che non c’entra nulla con la Serie B. Speriamo che con Cellino si trovi un accordo, ha le potenzialità per fare la Serie A da protagonista.

Napoli? Piazza importante che compete per grandi traguardi, che deve avere una rosa di 18-20 titolari per le tante competizioni: è giusto che possa farlo con tanti giocatori, in modo da non abbassare il livello nei cambi. Un allenatore fa le sue stesse, ma quando si vince lo si fa con la panchina.

Contatti? Lo scorso anno, Cistana ha avuto un infortunio e solo ora se l’è lasciato alle spalle: ha dato un contributo per aiutare il Brescia ad arrivare ai playoff”

Fonte: CalcioNapoli24

Commenti