Italia – Spagna: sontuosa prestazione di Di Lorenzo, in ombra Insigne

Mai prima d’ora l’Italia di Macini si era trovata in balia degli avversari che, ieri, sono stati capaci di imbrigliare l’intero centrocampo azzurro per tutta la durata di Italia – Spagna. Ma se nella zona mediana del campo gli azzurri non sono stati capaci di arginare il pressing costante degli avversari, al contrario, la difesa, con Donnarumma tra i migliori, merita un grosso plauso, cominciando dal terzino di fascia destra del Napoli Giovanni Di Lorenzo, autore di una sontuosa prestazione da sette pieno. Lì dietro Chiellini e Bonucci hanno chiuso ogni corridoio, mentre l’esterno azzurro è stato grande protagonista di un duello straordinario con Torres che ha avuto vita difficilissima, sempre contrastato ed anticipato da Di Lorenzo. Benissimo  anche quando il ct lo ha dirottato sulla corsia mancina. Ormai il giocatore del Napoli si è guadagnato, con pieno merito,  la stima del tecnico azzurro ed i galloni da titolare inamovibile. Per tutti i 120 minuti di gioco il terzino ex Empoli, ha arginato strenuamente  le offensive sulla sua fascia degli avanti in maglia bianca: oltre che difendere col coltello tra i denti, Di Lorenzo, è andato pure all’attacco quando ha potuto.  Un’autentica sicurezza per i compagni di reparto. Grazie a questo campionato continentale il calciatore, oggi alle dipendenze di Spalletti, vedrà la sua quotazione di mercato salire vertiginosamente, attirando probabilmente le attenzioni di grandi società. Ma il Napoli dovrà ripartire dalle sue certezze ed una di queste è senza dubbio Giovanni Di Lorenzo. Non si può dire altrettanto per Lorenzo Insigne, non all’altezza del suo standard abituale. Una gara con poche luci e tante ombre, un pò come per tanti altri giocatori azzurri, apparsi nettamente sottotono.

Commenti