La nuova stagione di serie A del Napoli si apre col Venezia al Maradona e si chiude con lo Spezia ,in trasferta

Appena qualche ora fa il computer ha partorito la prossima stagione di Serie A, che inizierà nel weekend del 21 e 22 agosto. Per quanto ci riguarda da vicino, il Napoli di Luciano Spalletti ripartirà tra le mura amiche dello stadio Maradona, con il pubblico sugli spalti seppur in maniera ridotta, ospitando la matricola Venezia, tornata nel maggiore campionato dopo ben 19 anni. Dal canto loro gli azzurri non partivano in casa dal campionato 2013/14. Alla seconda giornata la formazione partenopea andrà a far visita al Genoa, mentre alla terza ci sarà, in quel di Fuorigrotta, esattamente il 12 settembre, la madre di tutte le partite, parliamo ovviamente di Napoli – Juventus, bianconeri che, con questo calendario asimmetrico, ritroveremo nella prima giornata del girone di ritorno, il 6 gennaio 2022, in un turno infrasettimanale. Alla nona giornata un altro big match molto sentito, ovvero l’ex derby del sole tra Roma e Napoli all’Olimpico. Due turni dopo, all’undicesimo, il derby campano con i granata della Salernitana, all’Arechi. Tredicesima, quattordicesima e quindicesima propongono per il Napoli tre scontri molto difficili, prima l’Inter campione d’Italia, al Meazza, poi in casa la Lazio dell’ex Sarri e infine  l‘Atalanta. Alla 18esima giornata il Napoli tornerà a San Siro per affrontare il Milan, mentre  alla ventesima, come detto, trasferta a Torino sponda Juve e nel 23esimo turno il ritorno con la Salernitana al Maradona. La 25esima, la 27esima e la ventottesima riservano agli azzurri altri tre match di cartello come Napoli – Inter, Lazio – Napoli e Napoli – Milan. Alla 31esima giornata il ritorno con l’Atalanta a Bergamo, mentre nel 33esimo turno partitissima a Napoli contro i giallorossi di Mourinho. Queste le gare più importanti del nuovo campionato della squadra partenopea targata Spalletti. Ovviamente in mezzo a questo strano calendario ci saranno anche le sei  partite del girone eliminatorio della seconda Coppa europea.

Commenti