Carlo Jacomuzzi: “Il Napoli dovrà affrontare il Leicester con piglio nordico. Anguissa bravo ma non dobbiamo aspettarci il top”

A Radio Marte nel corso della trasmissione “Marte Sport Live” è intervenuto Carlo Jacomuzzi, dirigente.

“Leicester squadra pericolosa, ha una sua identità e da tanti anni è sempre nelle 7 di testa. L’anno scorso ha perso la Champions League per un punto, avversario di tutto rispetto con giocatori di qualità e che conoscono il campionato italiano. Nel DNA dell’allenatore non si molla mai e questo è un lato positivo per il Napoli. Ci saranno momenti difficili durante la gara, in corsa e nel gioco verticale. Però sicuramente Spalletti preparerà a modo la partita. Giusto far giocare chi è più in forma e chi viene ritenuto migliore per il modulo tattico. Il Leicester non gioca tanto sui lanci alti, gioca molto palla a terra e con inserimenti dei centrocampisti, anche per sfruttare la rapidità di Vardy. Hanno peraltro alcuni tiratori dalla distanza veramente importanti, le chiusure frontali saranno importanti.
La distanza tra Leicester e Napoli è inferiore a quella di Liverpool e Milan. Il Leicester ha un allenatore che è abituato a grossi impegni con Liverpool e Celtic, il Napoli però ha una sua personalità, logicamente bisogna avvicinarsi alla partita con la mentalità all’inglese, tutto può succedere e il Napoli deve affrontare questa gara con un piglio un po’ nordico.
Anguissa? L’esordio porta una concentrazione e una capacità di sacrificio differenti. Non è un fenomeno ma è un giocatore di qualità e sa giocare insieme alla squadra. Logicamente ci sarà sicuramente un periodo di ambientamento e quindi le prestazioni saranno normali, non dobbiamo sempre aspettarci il top. Andrà giustificato quando il rendimento sarà più altalenante, poi giudicheremo a fine stagione”.

Commenti