Gianni Di Marzio: “Manolas ha fatto quello che voleva, che modi sono? Assenze? La più pesante è quella di Koulibaly”

A Radio Marte nel corso della trasmissione “Marte Sport Live” è intervenuto Gianni Di Marzio, allenatore.

“Uduokhai? A gennaio non ci si può prendere solo un’aspirina altrimenti ti becchi la broncopolmonite. Manolas ha fatto quello che voleva, che modi sono? Il giocatore è costato, il Napoli si gioca una partita Scudetto da dentro o fuori a Milano contro il Milan. Se qualcuno si facesse male cosa si potrebbe fare? Come si permette? I calciatori sono tutti uguali. Non mi è mai piaciuto questo tipo di comportamenti. Non l’ho mai visto di buon occhio anche quando era alla Roma. Tecnicamente oggi ci ha lasciato con un uomo in meno e con Rrahmani diffidato.
I brevilinei non sono dei corridori ma negli ultimi 20-30 metri ti bruciano. Il Napoli ha Politano, Lozano, Insigne, Ounas, Mertens. Sono calciatori buoni per i terreni asciutti. La fisicità te la dà Petagna che però è macchinoso. Vediamo se il Napoli riesce a recuperare almeno Anguissa. L’assenza più importante del Napoli è Koulibaly, che lì dietro è un muro.
Insigne? Noi napoletani abbiamo 2-3 cappelli, quando lo capiamo che De Laurentiis non vuole rinnovare? Il suo entourage quando lo capisce che non lo vogliono più? Il Napoli ha zero comunicazioni con i calciatori”.

Commenti