Benevento-Perugia: 0-0 al Vigorito, ma la Strega trema diverse volte

Il Benevento affronta il Perugia nel posticipo della 7^ giornata del campionato di serie B. Sfida particolare per il tecnico Fabio Caserta che, nello scorso campionato, con il Grifone ha conquistato la promozione in serie B.

Per quanto concerne le formazioni, Vogliacco sostituisce lo squalificato Glik. A centrocampo la cabina di regia è affidata a Calò con Ionita e Acampora ai suoi lati. In attacco Elia e Insigne daranno supporto a Lapadula.

Nel Perugia il tecnico Alvini preferisce Ferrarini a Falzerano sulla destra. In attacco spazio a De Luca e Matos al posto di Carretta e Murano. In difesa Zanandrea preferito a Sgarbi.

La partita

Al 4’ è il Benevento a sfiorare il vantaggio con un diagonale di Elia che sfiora il palo. Ritmi alti e Perugia che fa molto affidamento alla velocità di Kouan, il quale, al 14′, resta a terra dopo un’uscita di Paleari, ma l’arbitro calma gli animi un po’ troppo surriscaldati. Ci prova ancora Kouan, al 17′, con un tiro dalla distanza che termina di poco fuori. Strega che soffre molto la velocità del Perugia.

Al 26’ è ancora Kouan che sbaglia: Paleari respinge un tiro di Matos, ma quest’ultimo serve l’ivoriano che sciupa incredibilmente la grande occasione. Solo Perugia: al 31’ tiro a botta sicura di Lisi che termina a lato di poco. Sempre Lisi ci prova in rovesciata al 38’, ma Paleari blocca. Nel finale il Benevento prova ad uscire fuori: lo fa prima con un tiro di Insigne, che costringe Chichizola alla deviazione in angolo al 39’. Sugli sviluppi del corner, poi, è Vogliacco che di testa manda alto.

Lapadula sfiora la rete di testa al 48’: l’attaccante italo-peruviano stacca bene ma il pallone termina a lato non di molto. Ripresa dai ritmi molto intensi. Si lotta su ogni pallone con grande foga. Caserta prova anche la carta Moncini, che al 63’ prende il posto di Insigne. L’attaccante si fa subito vedere al 66’: deviazione sottoporta ma Zanandrea sbroglia una complicata situazione. Il Benevento ci crede e vuole provare a portare a casa i tre punti: al 68’ Elia calcia al volo e colpisce l’esterno della rete. Palo di Kouan per il Perugia al 73’: l’ivoriano calcia dalla distanza ma il montante salva Paleari.

Squadre che non si risparmiano. Miracolo di Paleari all’84’ su una conclusione di Matos. Risultato che resta inchiodato sullo 0-0. Ci prova Masciangelo per il Benevento all’88’, ma la conclusione dal limite dell’area termina a lato di un soffio. Al 90′ colpo di testa di Matos e pallone fuori di un nulla. L’arbitro concede cinque minuti di recupero. Fino alla fine le due squadre provano a superarsi, ma il match non si schioda dallo 0-0. Grifone che conferma la sua pericolosità e in più di un’occasione fa tremare la Strega.

Commenti
avatar

Claudio Donato

Claudio Donato, giornalista-pubblicista. Al suo attivo già diverse collaborazioni con varie testate giornalistiche.