EDITORIALE. Napoli sette bellezze, continua la marcia trionfale azzurra

Editoriale del Lunedì: ho definito la squadra di Spalletti Napoli sette bellezze, naturalmente in virtù delle sette vittorie di fila conseguite in questo inizio di campionato, manca un solo successo per eguagliare il record di otto vittorie consecutive detenuto dal Napoli di Sarri, nell’anno dello scudetto sfiorato con 91 punti. Quello visto ieri, nel tardo pomeriggio al Franchi, contro i viola di Italiano, non è stato un Napoli bellissimo, ma molto speculare che ha trovato le due  reti in azioni da palle inattive e che ha contenuto bene le offensive della Fiorentina, salvo nell’occasione del vantaggio dei padroni di casa con Martinez. Il risultato poteva essere anche più rotondo se Elmas e lo stesso Osimhen non avessero buttato al vento due palle gol d’oro. Dunque per chi aveva ancora dei dubbi sulle potenzialità dell’undici partenopeo, ora dopo l’esame, superato ieri, dovrà ricredersi, visto che il Napoli ha mandato segnali evidenti alle concorrenti sulla sua candidatura a lottare ad armi pari per il titolo., precisando tuttavia che l’obiettivo resta quello di partenza, ovvero il ritorno in Champions League. Poi, come si dice l’appetito vien mangiando, per cui se a marzo la compagine azzurra si troverà ancora nei piani altissimi della classifica si giocherà tutte le carte per regalare un sogno ai propri tifosi. Ritornando alla partita con la formazione gigliata, gli uomini fondamentali della gara si sono rivelati Koulibaly, come sempre, poi Rrahmani, match winner, e Osimhen, che ha messo il suo zampino sul risultato finale.  In ombra invece il capitano, forse condizionato dal rigore sbagliato, ma ci può stare, Lorenzo il Magnifico non è un robot Cosa si può dire di più ad una squadra capace di centrare sette vittoria su 7 partite, con il primo posto blindato e prestazioni sempre più convincenti? Soltanto bravi tutti, a cominciare da Luciano Spalletti, timoniere navigato e ottimo conoscitore di calcio. Ora spazio alla nazionale azzurra, con Insigne che proverà a ripetere le belle performances degli Europei. Appunto dunque tra due settimane per analizzare la partita con il Torino, in programma domenica 17 ottobre al Maradona.

Commenti