Gli interventi di Franco Colomba, Massimiliano Gallo e Maurizio Criscitelli a Radio Marte

A Radio Marte nel corso della trasmissione “Marte Sport Live” è intervenuto Franco Colomba, allenatore.
“Napoli-Bologna? Certamente vedrò la partita. Ovviamente è una sfida tra squadre con obiettivi diversi, il Napoli ha mostrato cose belle e una certa praticità e concretezza. La squadra è diventata anche ermetica, credo sia destinata a proseguire su questo cammino. Il Bologna ha alternato cose belle ad altre meno belle, l’ultima gara non fa tanto testo. Spesso produce belle manovre, ovviamente manca Arnautovic che è un giocatore di peso e fa giocare bene anche Barrow ma è sempre una squadra pericolosa.
Cosa mi piace in particolare del Napoli di Spalletti? L’anno scorso in pratica non c’erano Mertens e Osimhen, così come Anguissa. C’è una bella differenza tra lui e Bakayoko, mi sembra sia proprio il giocatore ideale per poter proporre un gioco offensivo. Anche Fabian Ruiz ha bisogno di uno tanto rapido nei recuperi perché lui è più macchinoso. Osimhen poi si sta proponendo per ciò che è stato speso per acquistarlo: grande profondità. Il Napoli può permettersi di giocare nella metà campo avversaria e di farlo bene ma anche di andare in contropiede e cercare la palla lunga. Veramente un grande acquisto. Pure Rrahmani forma una grande coppia con Koulibaly, quella con Manolas mi lascia sempre un po’ perplesso.
Chi ha più maturità per vincere tra Napoli, Milan e Inter? L’Inter ha vinto l’anno scorso e mandando via Lukaku per Dzeko non ha perso tanto, perché ha tecnica per far giocare la squadra. Secondo me l’Inter delle tre è quella che ha la maturità per vincere. Napoli e Milan hanno le qualità tecniche per poter andare avanti. Il Napoli ha una bella rosa che può gestirsi bene. L’unica pecca sta nel fatto che le partite sono troppe e non bisogna incappare in momenti negativi prolungati.
Che insidia rappresenta il Bologna per il Napoli? Si esalterà nelle ripartenze, la velocità di Barrow e Orsolini possono giocare un ruolo importante. La squadra è ben raccolta nel 3-5-2 ma davanti sono molto veloci e possono creare problemi”.

A Radio Marte nel corso della trasmissione “Marte Sport Live” è intervenuto Massimiliano Gallo, giornalista.
“Napoli-Bologna non sarà semplice, la squadra deve avere pazienza e intelligenza che ha mostrato sin dalla prima gara. Chiaramente, dai risultati che ci sono, l’ambiente Napoli deve anche rimodularsi sugli avversari. Per fortuna la Juventus adesso non lo è, l’avversario numero 1 è il Milan. Il Napoli finora ha mostrato grande varietà tecnico-tattiche, c’è uno straordinario lavoro di Spalletti che cambia la squadra in ogni partita. Il Napoli legge e capisce i momenti della partita. Chiaramente ora verranno tutti a cercare di fare la partita della vita ma il Napoli ha gli strumenti per continuare a stare in alto, l’importante è limitarsi nell’autolesionismo. Ci sono momenti sfavorevoli ma il Napoli ha la struttura per arrivare fino in fondo. Insofferenza arbitrale? Sono d’accordo. Però in Francia i presidenti si sono riuniti e hanno stabilito che vogliono un atteggiamento diverso, chiedendo trasparenza. In Italia questa richiesta non c’è. Ancora oggi gli arbitri non devono dare spiegazioni: perché? Evidentemente a tutti, bene o male, sta bene così. Spalletti era in totale buonafede ma se vai ad applaudire l’arbitro ci sta che possa essere frainteso. Ieri è stato perfetto in conferenza stampa. Mourinho si è fatto espellere volontariamente per caricare la squadra, ne sono certo”.

A Radio Marte nel corso della trasmissione “Marte Sport Live” è intervenuto Maurizio Criscitelli, presidente Napoli club Bologna
“I tifosi del Bologna saranno tra gli 80 e i 100 ma si faranno sentire al Maradona. Sicuramente sarà una partita molto guardinga, farà una gara da contropiede Mihajlovic, dobbiamo essere noi a metterla subito sui giusti binari. Per me questa partita è un derby”.

Commenti