ANTEPRIMA PARTITA LEGIA VARSAVIA – NAPOLI

Domani sera, a Varsavia, per il quarto turno del raggruppamento C di Europa League, il Napoli, ritrova a distanza di due settimane  il Legia Varsavia, battuto al Maradona per 3 a 0. La compagine polacca è in testa alla classifica con 6 punti, tuttavia, attualmente, nel campionato nazionale, non sta vivendo affatto un momento facile, occupando i bassifondi della graduatoria. Completamente opposta invece la situazione degli azzurri, col morale altissimo per il primato, condiviso con il Milan, in serie A. Come si è visto nella gara di andata, il Napoli è nettamente superiore agli avversari, quindi è lecito attendersi, da parte degli azzurri, una partita volta a raggiungere il successo pieno, per scavalcare il Legia ed occupare la prima posizione. Ovviamente, malgrado il divario tecnico tra le contendenti, non sarà una passeggiata per gli uomini di Spalletti che non potranno contare su Osimhen ancora infortunato e su Mario Rui che sconterà la seconda giornata di squalifica. Probabilmente non ci sarà, per precauzione, neanche il capitano Lorenzo Insigne che si accomoderà ancora una volta in panchina. Per quanto riguarda i polacchi, contro i partenopei, il tecnico Golebiewski, adottando il suo modulo abituale 3/5/2, manderà in campo la solita formazione che si basa molto sulle ripartenze e sulla capacità degli attaccanti nell’uno contro uno. Dal canto suo l’allenatore di Certaldo opererà dei cambiamenti rispetto al match di Salerno. In porta, come da prassi, andrà Meret, davanti al quale la coppia centrale, che sta facendo benissimo, composta da Koulibaly e Rrahmani, con Di Lorenzo e Juan Jesus sulle fasce, a centrocampo probabile il ritorno di Demme, mentre in avanti ballottaggio tra Mertens e Petagna per il ruolo di punta centrale. In caso di assenza del talento di Frattamaggiore, sarà Elmas il sostituto. Ma azzardiamo adesso i possibili schieramenti di Legia Varsavia e Napoli:

LEGIA VARSAVIA (3-4-3): Miszta; Jedrzejczyk, Wieteska, Rose; Johansson, Ciepela, Slisz, Ribeiro; Kastrati, Emreli, Muci. All. Golebiewski.

NAPOLI (4-3-3): Meret; Di Lorenzo, Koulibaly, Juan Jesus, Mario Rui; Demme, Fabian Ruiz, Zielinski; Politano, Petagna, Insigne ( Elmas). All. Spalletti

Ora, come sempre, è il turno delle curiosità e delle statistiche della gara: cominciamo col dire che il Varsavia ha perso le ultime cinque partite contro squadre italiane in manifestazioni continentali,, mentre gli azzurri non vincono fuori casa, in Europa League, da tre partite.  I tre precedenti fra questi due team, parlano tutti a favore del Napoli che nei due trascorsi  in terra  polacca,  hanno sempre conseguito la vittoria: memorabile la straordinaria rete di Gonzalo Higuain nel match del 2016, a Varsavia, dove l’allora squadra di Maurizio Sarri s’impose con un netto 2-0. Come già detto, il 21 ottobre scorso ci fu l’altro successo azzurro, a Fuorigrotta, con il risultato di 3 a 0.

Commenti