Fedele: “Mertens? Gli anni passano per tutti ma può dare ancora il suo apporto. Sulle plusvalenze…”

A Radio Marte nel corso della trasmissione “Marte Sport Live” è intervenuto Enrico Fedele, dirigente.

“La partita di domani sera non è poco importante, tutt’altro. Bisogna procedere per step: il campionato è ancora lungo. L’obiettivo nel girone è il primo posto e non penso che Insigne e Fabian Ruiz siano stati esclusi per scelta tecnica. Osimhen sarebbe meglio non farlo giocare nemmeno contro il Verona, così anche con la Nazionale potrà tornare subito. Petagna o Mertens? Penso che giochi Petagna con Elmas sottopunta e Lozano e Politano sulle fasce. Chi è più adeguato al momento tra Petagna e Mertens? Il belga non ha una buona condizione fisica, lui ha sempre spaccato la partita. Petagna al momento si fa preferire perché è un’alternativa al contropiede, si gioca in maniera diversa.
COVISOC e plusvalenze? Non c’è alcun articolo di legge che prevede un tetto massimo per i calciatori, si tratta di un’alchimia consentita. Non esistono giocatori ombra, si fanno valutazioni che sono suscettibili ma sono consentite. E lo fanno tutti. Sturaro 20 milioni? Ne può valere anche 40, dipende dalle opportunità. Un bicchiere d’acqua nel deserto vale 40 milioni. Non c’è un metro di giudizio. Se io ho un palazzo a via Scarlatti lo metto a bilancio a x. Chi può vietare di dargli un valore maggiore? La logica, che però non è una legge. Se fai un ammortamento di un bene lo fai in base al prezzo d’acquisto. Però non è un imbroglio ma un’alchimia bilancistica.
Spalletti con la difesa a 3 contro il Verona? Potrebbe giocare anche Di Lorenzo centrale con Juan Jesus a sinistra, altrimenti Juan Jesus centrale con Rrahmani. Mertens? Gli anni passano per tutti, forse non sarà incisivo come con Sarri ma appena riprenderà un po’ di condizione potrà dare il suo apporto. Il Napoli può arrivare in fondo? Sì, se la giocherà con il Milan”.

Commenti