Serbia al Mondiali, Portogallo agli spareggi: Ronaldo in lacrime. E Milinkovic ringrazia Rui Patricio

Portogallo agli spareggi. La Serbia di Milinkovic-Savic ai Mondiali: con la collaborazione di Rui Patricio che si addormenta sulla conclusione di Tadic che fa momentaneamente impattare gli ospiti, e poi ci mette del suo anche nella rete dell’1-2 finale siglata dal colpo di testa di Mitrovic, che beffa il portiere della Roma sul proprio pale. E Ronaldo piange, seduto in mezzo al campo qualche minuto dopo, al fischio finale.

È la sorpresa della serata la vittoria serba al Da Luz: una notte che già sembrava di festa per i lusitani, ai quali bastava un pari per staccare il pass. Inoltre, il vantaggio iniziale di Renato Sanches sembrava avesse indirizzato la partita: invece no, il carattere della formazione ospite esce fuori: guidata anche da quel fenomeno che è Dusan Vlahovic, lì davanti, che non smette mai di correre e rincorrere tutti. Parte dall’attaccante della Fiorentina la riscossa, perché fa salire la squadra, dà coraggio, ed è seguito anche dai compagni di squadra. Con un Milinkovic che, inoltre, cresce durante la partita e che alla fine risulterà anche uno dei migliori. E alla fine la vittoria ospite è anche meritata, perché la Serbia ci creduto di più e perché se chiudi il girone con 20 punti in 8 partite allora meriti anche di volare in Qatar. Ecco, per adesso al Mondiale ci va la Serbia: Ronaldo invece va agli spareggi, tra le lacrime.

ilMessaggero.it

Commenti