Italia: Lorenzo Insigne sulla graticola, il capitano del Napoli subisce le critiche degli addetti ai lavori

L‘Italia affonda a Belfast, contro l’Irlanda del Nord, mancando la qualificazione diretta ai Mondiali qatariani del prossimo anno. Con lei anche Lorenzo Insigne; il capitano del Napoli sembra non attraversare affatto un momento brillante. Non bastavano le polemiche sul suo rinnovo contrattuale con il club partenopeo, ora, il Magnifico è stato messo sulla graticola ed è stato bersaglio di critiche da parte degli addetti ai lavoro, per la sua gara con la Nazionale, poco incisiva e priva di fantasia. Il talento di Frattamaggiore, malgrado si sia sacrificato in un ruolo non suo, mettendosi a disposizione dei compagni non ha soddisfatto le aspettative, come del resto, tanti altri giocatori, apparsi sbiaditi e rinunciatari. Tante testate italiane hanno giudicato la prestazione del calciatore napoletano da 4 in pagella, un giudizio negativo che non tiene  conto del suo enorme sacrificio nel giocare da falso nueve. Un ruolo, non di certo abituale, peraltro in marcatura tosta da parte dei giganti della retroguardia irlandese. La prova di Insigne è stata contraddistinta come nettamente negativa, tuttavia non si può crocifiggere un solo giocatore per una disfatta annunciata. Tutta la squadra è colpevole di questo risultato, anche perchè il mancato passaggio del turno è figlio, soprattutto, degli errori commessi, venerdì scorso, contro gli elvetici, non ultimo il penalty sbagliato dal regista del Chelsea. Ciò nonostante non tutto è  perduto, l‘Italia si dovrà aggrappare all’ancora di salvezza dei play off spareggi di marzo 2022, un mini torneo assai insidioso nel quale ci auguriamo che Mancini possa avere a disposizione una vera punta di ruolo capace di mettere la palla dentro.

Commenti