Carlo Iacomuzzi: “Insigne? Toronto non è Napoli, Tuanzebe ottimo”

Il dirigente sportivo Carlo Jacomuzzi, profondo conoscitore del calcio inglese, è intervenuto quest’oggi a “Febbre a 90”, su Vikonos Web Radio/Tv. Ecco le sue dichiarazioni:

“Insigne? Non mi stupisco, è il calcio di oggi. Oltretutto di fronte ad un’offerta così importante economicamente, nessuno può competere. Toronto però non è Napoli, Insigne deve essere pronto a grossi sacrifici, meglio dirlo subito. La professionalità non si discute, darà il 100%, dispiace che andrà via ma purtroppo e certe cifre non si può dire no. Toronto è bella, bellissima, per carità. Ma lì si arriva anche a -2o, conosco benissimo Napoli e la vita di ogni giorno è di piacere.

In Canada tante volte fa freddo, non c’è il clima, non c’è l’abitudine a stare all’aperto, la mentalità canadese non è semplice ma il conto in banca farà certamente sorridere.

Jacomuzzi parla anche di Tuanzebe: “Ottimo giocatore, lo vidi prima della pandemia, avevo una riunione a Liverpool, per pura combinazione c’era il derby United-City e lui giocò molto bene. Tuanzebe è un difensore fisico, non ha il tocco di classe, ma ha grande potenza, buona mentalità, deve abituarsi ai movimenti italiani. Non è rapidissimo ma può integrarsi molto bene, è sicuramente già pronto per l’Italia. D’altro canto, quando giochi allo United mentalmente sei già abituato alle battaglie, dovrà forse abituarsi a certi particolari tattici, secondo me è un giocatore che può dare una grande mano a Spalletti.

Juve-Napoli è una grande sfida, nonostante il Covid, una partita tra le più belle del campionato, spero che i sostituti facciano il loro. Per lo scudetto c’è ancora tanto da giocare, sono tutte nella mischia, forse l’Inter è la più continua ed è avvantaggiata, ha anche l’entusiasmo di un nuovo allenatore, ma le altre sono tutte lì”.

Commenti