Lo Monaco: “E’ stato il Napoli a non volere più Insigne”

Pietro Lo Monaco, dirigente sportivo, è intervenuto quest’oggi a “Febbre a 90“, in onda su Vikonos Web Radio/Tv. Ecco le sue dichiarazioni:

“Insigne è un professionista e si comporterà come tale, ha fatto di tutto per restare in azzurro, il Napoli gli ha offerto meno di quello che prende, segno chiarissimo che non lo voleva più. Secondo me Lorenzo è dispiaciuto, bisognerà fare i conti però con l’inconscio, il giocatore ne potrà risentire, poi Spalletti farà le sue scelte. Insigne ha fatto una scelta guardandosi intorno, è evidente che il Napoli ha fatto invece una scelta di politica societaria.

De Laurentiis ha interesse a far quadrare il bilancio, se dovesse mai vincere uno scudetto avverrà con le sue politiche. Di certo, in questo modo le chances sono più ridotte, rispetto a chi ha possibilità di investire. Certo, non è un’equazione assoluta ma chi investe e può spendere ha più facilità di vincere. Lorenzo è comunque un titolare che va via, di conseguenza bisognerà ora adoperarsi affinché sia sostituito, un giocatore di fascia sarebbe necessario.

Nomi? Inutile farne. Mi è capitato, in passato, di segnalare giocatori prima che esplodessero. Penso a Paredes, segnalato a Montella quando era alla Fiorentina, era al Boca e si poteva comprare con pochi spiccioli, invece fu preso l’anno dopo dalla Roma, che lo girò all’Empoli. Giampaolo lo trasformò in centrale e poi fu venduto al Psg per 40 milioni. Il Napoli, comunque, ha struttura tecnica, ha in Giuntoli un ds bravo e competente. Di sicuro – conclude Pietro Lo Monaco – prenderà un bravo giocatore per la prossima stagione”.

Commenti