Napoli, prima miglior difesa italiana e terza d’Europa, solo M. City e Siviglia hanno fatto meglio

La squadra di Spalletti ha nel reparto arretrato il suo  punto di forza come si evince dai numeri; malgrado l’assenza perdurante del comandante Kalidou Koulibaly, la difesa azzurra ha resistito brillantemente, risultando la migliore del campionato italiano con 15 reti subite in 22 gare giocate.. In Europa hanno fatto meglio soltanto il Manchester City ed il Siviglia con 13 e 14 gol al passivo. Il Napoli in ben 12 partite ha mantenuto la propria porta inviolata, un ottimo score se si pensa che, attualmente, la coppia di centrali difensiva non è quella titolare, difatti si basava sul duo Koulibaly – Manolas. Il greco, come sappiamo, quasi sempre infortunato e poi andato via, tornando in patria ed il gigante senegalese, infortunatosi prima e quindi partito per la Coppa d’Africa, hanno lasciato il posto a Rrahmani e Juan Jesus. Se il primo si era già messo in evidenza fin dalle ultime gare dello scorso campionato, il secondo è stato una vera sorpresa in positivo, dal momento che si nutrivano molti dubbi sulla sua condizione fisica.  La retroguardia partenopea ha incassato meno gol della capolista Inter che ne ha presi 16 in 21 partite disputate. Il Napoli ha dunque eretto un vero  bunker davanti alla propria porta, manco a dirlo, nel periodo in cui è venuta meno una colonna come Koulibaly. Nelle ultime due partite contro Sampdoria e Bologna, Ospina e Meret hanno mantenuto vergine la porta, un risultato importante che tiene la squadra nell’elite del calcio italiano e con il rientro del comandante della difesa azzurra non potrà che migliorare ancora.

Commenti