Gli interventi di Filippo Maniero, Antonello Perillo e Alessandro Monfrecola a Radio Marte

A Radio Marte nel corso della trasmissione “Marte Sport Live” è intervenuto Filippo Maniero, allenatore.
“Spalletti? Lui mi ha sempre fatto un’ottima impressione, persona genuina, tranquilla e serena, amava più stare con i giocatori che con i dirigenti. Durante le partitine se mancava qualcuno si buttava in mezzo anche lui. All’epoca aveva smesso da poco di giocare quindi era ancora in forma, ora non so! Il suo fu un anno un po’ travagliato, partimmo con lui poi tornò durante l’anno, fu un casino e alla fine retrocedemmo. La colpa non era di certo la sua, noi come squadra avendo perso Recoba avevamo perso mezza squadra.
Luca Moro? Personalmente non lo conosco, faceva parte del settore giovanile del Padova ma in effetti in prima squadra non ci ha mai giocato. Se ne parla un gran bene, ragazzo di prospettiva, fare 20 gol in Serie C alla sua età in metà stagione è una cosa ottima. Il Sassuolo ha visto in lui il futuro della squadra. Venezia-Napoli? Non esistono gare semplici, il Venezia in casa ha sempre messo in difficoltà tutti. Trasferta non facile ma ovviamente il Napoli sulla carta con il Venezia non c’entra niente, dovrebbe portare a casa la gara. Però nel calcio può succedere di tutto.
Il Napoli può lottare per lo Scudetto? Certo, non è così distante, peraltro c’è anche il derby di Milano. In caso di risultati buoni si aprirebbe uno scenario notevole e sarebbe tutto riaperto. Osimhen? Mi piace molto, non lo conoscevo però dalla tv apprezzo la voglia che mette in ogni partita, il suo attaccamento al lavoro”.

A Radio Marte nel corso della trasmissione “Marte Sport Live” è intervenuto Antonello Perillo, giornalista.
“Mertens oppure Osimhen contro il Venezia? Loro dovrebbero concedere spazi molto ampi quindi direi che è meglio lui. Ma di Mertens sono un fan a vita, lo adoro come calciatore e professionista. Se davvero chiamano il figlio Ciro mi verranno i lucciconi. Penso che lo stesso Mertens, ragazzo intelligente, si renderà conto che in una sana alternanza è fondamentale dare spazio a Osimhen. Scudetto? Mi sono avvilito quando abbiamo perso il potenziale terzo. Questo è un gran bel Napoli, sul mercato si poteva provare a sciogliere il nodo dell’esterno difensivo sinistro, anche se i minuti di Ghoulam sono confortanti. Non mi aspettavo onestamente un’Inter così forte dopo aver perso Conte, Lukaku e Hakimi. In certe partite perse al Maradona il Napoli ha avuto una jella pazzesca, statisticamente è da non credere”.

A Radio Marte nel corso della trasmissione “Marte Sport Live” è intervenuto Alessandro Monfrecola, agente.
“Lozano? Ho visto la partita, il suo incidente non è stato lieve sin dall’inizio. Tempi di recupero? Non sono così pessimista, una lussazione alla spalla si può risolvere anche in un paio di settimane. Sicuramente non lo vedremo con il Venezia ma per me, con la bravura dello staff tecnico del Napoli, potrebbe anche tornare contro l’Inter. La sua infelice uscita? Fu stimolato dai giornalisti messicani che in pratica vedono solo Barcellona e Real Madrid. Per me ha espresso solo il 50%-60% del suo potenziale. Io avrei preso Corona per fare un’accoppiata con Lozano, il tridente con lui e Osimhen non avrebbe avuto eguali in Europa”.

Commenti