Gli interventi di Pietro Lo Monaco e Mimmo Malfitano a Radio Marte

A Radio Marte nel corso della trasmissione “Marte Sport Live” è intervenuto Pietro Lo Monaco, dirigente.
“Cessione del Napoli? Mi sembra che sia l’orientamento di tanti se non quasi di tutti. Sicuramente la strada si cercherà di percorrerla, leggasi Percassi con l’Atalanta. Pare ci sia la volontà di americani di invadere il nostro calcio, evidentemente vedono il calcio italiano come una chance di investimento. Non dimentichiamo che attraverso le squadre di Serie A la strada dell’impiantistica è importante e stuzzica. C’è anche la valenza del nostro calcio, che per me come appeal è secondo solo a quello inglese. Immaginate una piazza come Napoli come possa essere affascinante.
Scudetto? Il Napoli può avere il vantaggio di non essere impegnato in Coppa Italia ma a questo punto conta poco, conta invece non sbagliare un colpo. Il Napoli non deve guardarsi indietro perché significherebbe non crederci. Io non so chi sia l’agente di Politano ma farebbe bene a fare l’agente e non certamente il tecnico, che presuppone altre qualità. I procuratori poi non perdono mai, sono i vincenti in assoluto. Le sentenze le possiamo sparare tutte ad minchiam. Io dico che le squadre di Spalletti hanno sempre avuto un gioco importante. Il Napoli ha difficoltà negli esterni ma Insigne è già un calciatore di un’altra squadra (con molle che ne limitano il rendimento), Lozano è stato fuori finora, Politano manca all’appello, evidentemente non è la sua stagione. Quest’anno ci sono difficoltà ma non dipendono dal gioco di Spalletti.
Quando gli altri giocano con il triangolo e sono dinamici si è sempre in inferiorità numerica. Fabian Ruiz ha un dinamismo limitato pur essendo un buon giocatore. Se il Napoli gioca a 2 può avere difficoltà anche se il problema è relativo e andare a ricercare cause specifiche mi sembra un po’ fuoriluogo. Nei campionati ci sono i momenti sì e i momenti no. Il Napoli sta lì, deve lottare e crederci, provare a fare bottino pieno in queste 10 partite. Ha le stesse possibilità di Milan e Inter”.

A Radio Marte nel corso della trasmissione “Marte Sport Live” è intervenuto Mimmo Malfitano, giornalista.
“Americani per il Napoli? Queste notizie non vengono fuori per caso, hanno un principio di verità. Sono anche notizie che vengono supportate dal fatto che De Laurentiis viva anche a Los Angeles e abbia interessi lì. Stiamo parlando di fondi e gruppi che vengono da lì, il che è molto indicativo. La gestione del club è esosa, il Napoli da 2 anni non entra in Champions e quindi la gestione del club è più problematica nonostante il bilancio abbastanza sano. Con la nuova norma federale dal 2024 non potrà più avere 2 proprietà, dovrà mollare Napoli o Bari. Evidentemente starà sondando quale sarà l’affare migliore da fare. Scudetto? Situazione viva e vegeta. I 18 anni di gestione De Laurentiis non possono passare inosservati come se nulla fosse. Non si è vinto lo Scudetto né la Champions League ma si è rimasti allineati a tutte le altre squadre, dietro alla Juve. Il Napoli ha tutte le possibilità inalterate di poter arrivare allo Scudetto. C’è delusione e rammarico ma per fortuna l’aritmetica impone alla classifica un momento di stasi. Dal primo al terzo posto sono tutte in gioco, le possibilità sono intatte. Tocca al Napoli capitalizzare al massimo, ovviamente non può più sbagliare. Insigne soffre l’addio a Napoli? Non riesco a immaginarmi una sofferenza, lui ha scelto di andare via. La sofferenza c’è se mi viene imposto di andare via. Nessuno gli ha puntato un’arma alla testa per andare via. Certo, potrà avere un po’ di nostalgia. Ma 10 milioni di euro potrebbero bastare affinché quella malinconia possa essere accantonata per la durata del contratto. Il calo è sicuramente mentale e psicologico. Giocare sapendo di dover andar via ovviamente non dà serenità e mi meraviglio che Spalletti continui a insistere su giocatori che non sono al top della condizione. In panchina contro il Verona? Soluzione più indicata, diamo spazio a chi ha voglia ed energie come Lozano, per esempio”.

 

Commenti