Gli interventi di Rosario Lo Bello, Rino Cesarano e Mimmo Malfitano a Radio Marte

A Radio Marte nel corso della trasmissione “Marte Sport Live” è intervenuto Rosario Lo Bello, ex arbitro.
“Faccio fatica a chiamare lo stadio del Napoli stadio Maradona, mi ricorda tanto il grande calciatore. Arbitrare Maradona? C’era quel fascino, quell’attrazione, la calamita che aveva sul pallone. Ora faccio fatica a trovare gente così. Guardo poco il calcio, sono un po’ disincantato. Quando si stava vicino a certi campioni a volte tiravano il pallone e si sentiva il rumore, lui invece lo accarezzava. Insieme a lui c’era gente come Platini, Zico. Il segreto? I vivai.
VAR? Secondo Platini così non serve a niente. Per me va usato come collaboratore dell’arbitro. Con papà non parlavamo mai di calcio a casa, c’era un solco profondo, lui era un maestro. Mi dicevano sempre i miei maestri che l’arbitro è il direttore di gara, della terna e io aggiungo il direttore del VAR. Io ho arbitrato un paio di Napoli-Milan, in uno di questi vinsero 2-1 e fu quasi festa Scudetto. Ricordo un gol di Maradona su assist di Giordano, ce l’ho a memoria negli occhi. L’altro invece non fu fortunato per i napoletani ma lo fu per il sottoscritto. Per me fu la partita perfetta, lasciò l’amaro in bocca ai napoletani ma anche gli applausi dello sportivissimo pubblico napoletano”.

A Radio Marte nel corso della trasmissione “Marte Sport Live” è intervenuto Rino Cesarano, giornalista.
“Per un periodo Spalletti non ha potuto disporre di Anguissa e di Lobotka, non potendo avere questi 2 giocatori era difficile fare altro. Non ha cambiato modulo, ha rettificato un po’ il modo di giocare. Normale che con Anguissa si debba giocare in altra maniera. Se lui lo avesse avuto a disposizione più tempo avrebbe giocato di più anche con il Milan. Da quando ha 2 centrocampisti base, sposta gli altri. La conseguenza è stata logica. Qualcosa è cambiato forse sugli esterni, con Insigne fuori. Ora va recuperato al 100% Demme, perché in quella zona del campo non ci sono giocatori capaci di avvicendarsi e districarsi in quella zona del centrocampo. Può alternarsi con gli altri ma è più un vice Anguissa. Giocatore complementare che può essere utile e prezioso. Va recuperato Demme come altri giocatori, però non vorrei che la partita con l’Udinese costasse caro in termini di eventuali squalifiche. Ci sono 5 diffidati, stiamo sottovalutando il problema. Con l’Atalanta possono nono esserci Koulibaly, Rrahmani, Anguissa, Demme e Osimhen. Va quindi recuperato bene Juan Jesus. L’importante è che giochi chi sta bene. Gli esterni? Dipende dal piano gara di Spalletti”.

A Radio Marte nel corso della trasmissione “Marte Sport Live” è intervenuto Mimmo Malfitano, giornalista.
“Corsa Scudetto? Si arriverà fino in fondo. Le squadre si equivalgono e hanno un cammino avvincente ma anche a volte deludente. Non sempre le 3 squadre hanno dato dimostrazione delle rispettive qualità e della propria forza. Il trend verrà portato avanti sino al termine della stagione, le partite che mancano da qui alla fine del campionato non avvantaggiano nessuna se non un tantino il Milan”.

 

Commenti