Stefano Agresti: “De Laurentiis può pensare di cedere il Napoli…”

A Radio Marte nel corso della trasmissione “Si Gonfia la Rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Stefano Agresti, giornalista
“Sono molto diversi gli imprenditori americani da quelli italiani, i primi cercano di fare business attraverso il calcio ed è per questo che aumentano anno dopo anno. Negli ultimi anni, però, anche gli imprenditori italiani stanno usando questa politica. L’epoca dei Moratti e dei Berlusconi, di chi metteva tanto denaro nella società, è finita.
È chiaro che De Laurentiis deve fare una scelta entro il 2024 tra Napoli e Bari, al momento non ci sono possibilità che vinca il ricorso. Può anche pensare di cedere il Napoli, che ha un mercato più ricco rispetto al Bari. Se arrivasse un imprenditore forte, sfruttando il marchio Napoli e la stessa città che ha radici in tutto il mondo, potrebbe anche essere un vantaggio per il club.
Il Napoli quest’anno ha perso una grande occasione, per forza dell’organico è la migliore insieme all’Inter. Il Milan è inferiore al Napoli, questo deve alimentare qualche rimpianto.
Ci aspettiamo un mercato con in attenzione particolare al bilancio, non credo che l’Inter farà grandi investimenti, anche se ha in mano Dybala. I nerazzurri dovranno fare una cessione importante, potrebbe essere Lautaro. Milan e Juve si rinforzeranno.
Sulle commissioni agli agenti ci sarà un cambiamento, la Federcalcio voleva attuarla subito poi i club italiani hanno bloccato l’operazione. Il modo di fare mercato è cambiato, molti se ne vanno a parametro zero: alcuni per l’età come Perisic e Di Maria, altri come Insigne e Donnarumma per altri interessi. La Juve può anche lasciare andare Dybala per le commissioni però tratta Perisic, Pogba e Di Maria.
Io credo che non bisogna essere ottimisti sulla trasparenza che può garantire la FIFA, gestire queste situazioni non è semplice. Gli stessi agenti hanno proposto di porre un limite, che poi non è mai stato posto”.

Commenti