Il giro d’Europa di Ndombélé: dal Lione al trasferimento da record al Tottenham. Adesso lo aspetta il Napoli

25 anni e una carriera già piena di alti e bassi. L’affermazione come uno dei giovani più interessanti d’Europa, il “fallimento” con gli Spurs e adesso la ricerca di una nuova esperienza. Un nuovo trampolino di lancio per tornare quello di una volta. Tanguy Ndombélé, centrocampista classe 1996, è sempre più vicino al Napoli. Prossimo obiettivo: ritrovare sé stesso.

Dinamico, esplosivo e con tempi di inserimento da grande centrocampista. A Lione, Ndombélé ha fatto innamorare mezza Europa. Un giocatore moderno, capace di coniugare quantità e qualità. Arrivato all’OL nel 2017 dall’Amiens, Tanguy in due stagioni riesce a stregare i top club. Nel 2019 il Tottenham bussa alla porta con in mano 62 milioni di euro più bonus. Il Lione non può rifiutare. Il francese dice addio alla Ligue 1. 

Quei 62 milioni di euro più bonus sborsati dagli inglesi portano Ndombélé in cima a una classifica: il classe 1996 diventa il giocatore più caro nella storia del Tottenham (record battuto da Richarlison in estate). Un’etichetta pesante per un giocatore ancora molto giovane. Appena 23 anni e con delle aspettative inevitabilmente molto alte. 

L’avventura londinese iniziò anche positivamente. Il debutto in Premier League con il gol e una prima stagione che si conclude con 31 presenze, 2 gol e 2 assist. Anche con l’arrivo di Mou in panchina nel 2020, la musica non cambia. Tanguy gioca tanto e lo fa anche bene. Altra annata positiva in attesa della definitiva consacrazione.

Quell’ultimo step per diventare uno dei migliori nel suo ruolo, però, non è mai arrivato. La causa? Qualche attrito di troppo con Conte, arrivato al Tottenham a gennaio 2021. Il centrocampista scompare dai radar e non riesce più a riprendersi il posto in mezzo al campo. Il francese viene messo addirittura fuori rosa. Per ritrovare il sorriso Tanguy deve lasciare Londra. Per tornare quello di una volta bisogna far ritorno a casa.

A gennaio 2022 passa al Lione in prestito secco fino al termine della stagione. Cinque mesi nella città che lo aveva reso grande per il riscatto. 11 presenze e 4 gol prima di rientrare a Londra. Qui ritrova ancora Conte. E Ndombélé finisce di nuovo fuori dal progetto.

Da gennaio si arriva al presente. Il classe 1996 adesso è a un passo dal Napoli. Operazione in prestito oneroso a 1 milione di euro e diritto di riscatto fissato a 30 milioni.

Ma l’Italia è sempre stata nel suo destino. Piaceva alla Juventus nel 2019, ci aveva provato l’Inter nel 2020 e infine anche la Roma lo scorso gennaio. Ora lo aspetta il Napoli. 

Da acquisto record degli Spurs a giocatore ai margini. La carriera di Ndombélé ha bisogno di una nuova svolta. E Napoli può essere l’isola felice per riprendersi in mano il proprio destino. Spalletti lo aspetta a braccia aperte.

GianlucaDiarzio.com

Commenti