Napoli – La tifoseria partenopea impazzisce per l’astro nascente georgiano

Il personaggio della settimana. In Georgia, i suoi compagni lo chiamavano il Messi del loro paese ed a quanto pare non avevano tutti i torti. Khvicha Kvaratskhelia, giunto in Italia tra lo scetticismo di molti, in sole due gare, si è dimostrato un vero fenomeno, proponendosi come l’astro nascente del calcio italiano. In 180 minuti giocati ha già realizzato tre reti e procurato un assist. In quel di Verona aveva dato prova del suo talento ma, domenica, al Maradona, contro il Monza, ha entusiasmato e fatto impazzire di gioia la tifoseria partenopea che, ora, lo ha incoronato suo nuovo idolo. Che dire, chi ne capisce di calcio prevede un futuro colmo di soddisfazioni per questo giovanissimo talento, per niente impaurito dal campionato di calcio di serie A. Del resto il suo curriculum è eloquente: additato come uno dei maggiori talenti del calcio georgiano, nell’estate di tre anni fa, l’ UEFA lo incluse nella lista dei 50 giovani più promettenti d’Europa. Per due volte consecutive, nel 2020 e nel 2021, in terra natale, venne premiato in qualità di calciatore dell’anno della Georgia. Il suo ruolo naturale è quello di esterno di fascia sinistra ed infatti Giuntoli lo ha portato alla corte di Spalletti per sostituire il partente Lorenzo Insigne. Tuttavia Kvaratskhelia può essere schierato anche sulla destra o come trequartista. Assai elegante nella corsa e dotato di un fisico longilineo, possiede una grande accelerazione con la palla al piede, inoltre è molto abile nel dribbling, vede bene la porta, non a caso i tre gol messi a segno. I talent scout del Napoli sono stati lungimiranti e molto bravi a dare al direttore sportivo azzurro la dritta per il suo acquisto, portato a termine in breve tempo, con un’operazione davvero encomiabile: pagato solo poco più di dieci milioni di euro, un affare senza ombra di dubbio. Il 1º luglio scorso è stato  annunciato ufficialmente il  passaggio, a titolo definitivo, al club di De Laurentiis. Il georgiano, quindi, sceglie la maglia col numero 77. Debutta con la sua nuova squadra, come sappiamo nel giorno di ferragosto al Bentegodi, contribuendo con una rete e un assist alla spettacolare vittoria per 5-2 contro gli scaligeri.  Napoli, oggi, lo ama ed inneggia a lui chiamandolo con diversi nomignoli, visto che il cognome è veramente impronunciabile per i napoletani. Stamane il quotidiano “La Repubblica”, edizione napoletana dedica all’astro nascente della squadra di Spalletti una pagina speciale in cui ne esalta le qualità calcistiche e morali, dal momento che è molto attaccato alla famiglia ed alla sua patria. Come secondo sport ama il basket. Dunque, Khvicha Kvaratskhelia rappresenta la nuova stella del Napoli e del calcio italiano.

Commenti