ANTEPRIMA PARTITA NAPOLI vs SPEZIA – I partenopei decisi a confermare il loro momento magico

Archiviata la magnifica gara di Champions contro il Liverpool, domani pomeriggio, il Napoli si rituffa in campionato per affrontare lo Spezia di Gotti, nell’anticipo della sesta giornata di serie A.  La partita, pur sembrando facile, nasconde sempre delle insidie, perché le cosiddette piccole, al cospetto di formazioni di livello superiore, moltiplicano le forze per non sfigurare. Ne sanno qualcosa proprio gli azzurri, che nella  passata stagione furono sconfitti a Fuorigrotta dai liguri per 0 a 1. Un gol molto fortunoso giunto su un rimpallo  Come è noto, al Maradona,  non ci sarà Victor Osimhen, che, a causa dell’infortunio di mercoledì, dovrà restare fuori per un paio di settimane. Molto probabilmente il nigeriano sarà costretto a saltare anche il match di Champions contro i Rangers e la partitissima di San Siro con il Milan del 18 settembre. Spalletti pertanto sta studiando la migliore soluzione per la sua sostituzione. Regolarmente il vice Osimhen è Giovanni Simeone, entrato al suo posto, già contro gli inglesi, realizzando persino la rete del 3 a 0. Tuttavia c’è anche Raspadori che potrebbe adattarsi nel ruolo di punta. Il tecnico toscano scioglierà il dubbio solo domani dopo l’allenamento di rifinitura. Oltre a Simeone possibili altre novità, come per esempio l’ingresso di Ndombele in luogo di Anguissa.  In casa spezzina l’allenatore non potrà contare su Verde che ha accusato un problema muscolare. Pertanto  Gyasi sarà spostato al fianco di Nzola.  In mezzo al campo, ci saranno  Holm, Bastoni e Reca , mentre c’è un   ballottaggio tra Kovalenko e Agudelo per l’ultimo posto. Altro ballottaggio tra Caldara e Ampadu. Ecco dunque le probabili formazioni:

NAPOLI (4-3-3): Meret; Di Lorenzo, Rrahmani, Kim, Mario Rui; Ndombele, Lobotka, Zielinski; Lozano, Simeone, Kvaratskhelia.

SPEZIA (3-5-2): Dragowski; Caldara, Kiwior, Nikolaou; Gyasi, Kovalenko, Bourabia, Bastoni, Reca; Verde, Nzola.

Come al solito, passiamo ai numeri della gara: tra le due squadre si contano 17 precedenti, tenendo conto delle partite totali fra serie A, B, Coppa Italia e Supercoppa di C. Il bilancio vede gli azzurri in vantaggio con 8 vittorie contro 5, 4 i risultati di parità. In massima serie, invece, registriamo solo quattro precedenti nei quali il Napoli ha raccolto due successi ed altrettante sconfitte. La formazione napoletana non vince, in casa,  contro i liguri ,dal 20 gennaio del 2021, quando si imposero per 4 a 2. Nel torneo scorso, come già detto, in quel di Fuorigrotta, sconfitta di misura  per i padroni di casa. Dunque la gara di domani rappresenta l‘occasione giusta per “vendicare” quel risultato che compromise la lotta scudetto degli uomini di Spalletti,.

.

Commenti