De Laurentiis: “Stagione positiva al di là della Coppa Italia, abbiamo cambiato tanto. Stasera dobbiamo dare una bella immagine”

Il presidente del Napoli, Aurelio De Laurentiis, è stato ospite in collegamento da Roma della trasmissione radiofonica Siamo tutti ct in onda su Radio Kiss Kiss. Ecco quanto evidenziato dalla redazione di Pianetazzurro: “Emozione  nell’incontro col Papa? Papa Francesco è un grandissimo per la sua semplicità: siamo arrivati insieme alla Fiorentina ed è stata una bellissima riunione con una bellissima atmosfera.
Voto alla stagione del Napoli? Dò i massimi voti, perchè non era facile dopo un quadriennio di ottimi risultati  cambiare allenatore e 12-13 giocatori. Due anni fa partì Lavezzi e l’anno scorso Cavani: modulo di gioco assolutamente diverso, dal 3-5-2 al 4-2-3-1, un modulo che Benitez ritiene quello giusto per competere in Europa, dove lo adottano i maggiori club. Non era dunque facile adattarsi a tutti questi cambiamenti, come magari lo stesso Inler era abituato a giocare in un centrocampo diverso: gli stessi nuovi giocatori arrivati dovevano ambientarsi, bisognava creare il giusto amalgama, quindi tante cose dovevano incastrarsi.
Il tifoso ha ragione quando dice di voler vincere, però io credo di essere con la coscienza a posto: ho preso un allenatore, Benitez, che reputo il migliore, e che è riuscito a portare certi giocatori che col tempo sono anche cresciuti. L’anno prossimo credo si possa fare ancora meglio: di questa stagione sono assolutamente soddisfatto.

Stasera sarà una bella sfida tra due società entrambe retrocesse in Serie C che sono ripartite, confronto tra due squadre che hanno fatto bene anche in Europa. Dunque vinca il migliore.
Incidenza di un’eventuale vittoria in Coppa Italia? Io  non cambierò assolutamente idea: questa era una stagione di assestamento, di passaggio. Non credo sia così semplice passare da un allenatore che ha fatto bene con un altro che è stato in Italia solo in maniera marginale: con tutti i cambiamenti che ci sono stati. Non era altrettanto facile sostituire Cavani: ritengo che i suoi sostituti, in termini di reti, l’abbiano sostituito degnamente, anzi credo si sia fatto addirittura meglio. 
Mi auguro che tutti i giocatori stasera si comportino in maniera professionale in uno stadio completamente full: stasera avremo una platea anche virtuale importante e internazionalmente valida, bisogna dare l’immagine di un calcio bello, potente, spigliato ma soprattutto di un calcio educato nel rispetto delle regole.”

Giuseppe Di Marzo

Commenti