Juventus, da Sanchez a Candreva. Conte aspetta i primi colpi

TORINO – Un colpo entro fine mese. Un altro prima del Mondiale. La Signora ha fretta di fare shopping: vuole giocare d’anticipo e consegnare a Conte i primi pezzi di ricambio per il nuovo telaio, modello 4-3-3 o 4-3-1-2. Le modifiche maggiori verranno fatte sulle fiancate, dove servono un paio di terzini e altrettanti esterni offensivi.

TERZINO CERCASI –
Se la corsia destra difensiva può contare sulle conferme di Lichtsteiner e Caceres, a sinistra c’è il solo Asamoah, che Conte medita di riportare al vecchio ruolo di interno di centrocampo. Depennato Evra, fresco di rinnovo con lo United, il primo nome sulla lista di Marotta è quello di Lulic, ma non ai circa 15 milioni richiesti da Lotito. Salgono le quotazioni di Darmian, laterale destro che ha dimostrato di saper giocare, e bene, su entrambe le fasce. Calano, invece, quelle di Adriano e Kolarov, mentre Coentrao, il preferito di Conte, sembra fatto della stessa materia dei sogni.

LLORENTE, ADDIO A MUNDIAL E JUVE? – I principali sforzi economici verranno dirottati sul reparto d’attacco, dove si va verso una vera e propria rivoluzione. L’unico sicuro del posto è Tevez, e ci mancherebbe. Nell’atrio partenze ci sono i vari Vucinic (Zenit?), Quagliarella (Lazio o Parma) e Osvaldo (Southampton, Inter, Valencia). Sono infine in bilico Giovinco e Llorente. Lo spagnolo, autore di 18 gol e 6 assist tra campionato e Champions, è valutato intorno ai 20 milioni. La cessione del Re Leone, escluso al pari di Negredo dai 19 di Del Bosque per Spagna-Bolivia del 30 maggio e forse anche dalla prossima lista-Mundial, permetterebbe dunque alla Juve di incassare una ricca plusvalenza e intanto di togliere dal mercato Vidal e Pogba.

SANCHEZ IN POLE, CANDREVA SORPASSA NANI –
Non solo: l’eventuale trasloco di Llorente a Barcellona avvicinerebbe ulteriormente a Torino Sanchez, valutato non meno di 25 milioni dai blaugrana. La Juve vuole il Nino Maravilla, ma si sarebbe imposta di non superare il muro dei 16 milioni più bonus. Dopo il lavoro imbastito dagli intermediari, la trattativa vera e propria verrà avviata nei prossimi giorni, con i contatti formali tra i due club. Per il ruolo di esterno offensivo, resta valida anche la pista che porta al giovane Morata, altro oggetto del desiderio di Conte. Intanto, evaporato il sogno Di Maria, si registra il recente sorpasso di Candreva su Nani. Ma per assicurarsi il cursore laziale, la Juve dovrà battere la concorrenza di Napoli e Psg.

PEREYRA A UN PASSO – E’ tutta sgombra e in discesa, invece, la strada che porta all’argentino Pereyra, jolly multiuso in grado di giocare anche tra le linee di un ipotetico 4-3-1-2. Marotta conta di chiudere con l’Udinese a breve, comunque prima del Mondiale, possibilmente con la formula della comproprietà (la stessa che porterebbe la contropartita Zaza in Friuli).
Nei prossimi giorni la Vecchia Signora darà anche una risposta a un vecchio signore del calcio come Drogba. Il fuoriclasse ivoriano chiede un biennale da 4,5 milioni a stagione e, possibilmente, un posto al sole dell’undici titolare. Un po’ troppo per la Juve che non vuole spendere più di 3,5 milioni e non può garantirgli una maglia da titolare al di là delle notti di Champions.

juventus

calciomercato 2014
serie A
Protagonisti:
antonio conte
Fonte: Repubblica

Commenti

Questo articolo è stato letto 128 volte