Torino, Petrachi: ”Cerci? Finora nessuno ce lo ha chiesto”

TORINO – Alessio Cerci resta o va via? Una domanda che si pone quotidianamente il popolo granata. A dare la risposta oggi ha provato il direttore sportivo del Toro Gianluca Petrachi: “La nostra volontà è tenerlo. E comunque per andare via ci deve essere sempre qualcuno che deve avanzare una richiesta  –  è la risposta del diesse granata -. Per Immobile è arrivata la proposta del Borussia e ci abbiamo ragionato. Ad oggi di Cerci stiamo solo parlando del nulla, perché nessuno ce lo ha chiesto”.

Ma oggi è anche, e soprattutto, il giorno di Josef Martinez: il venezuelano classe 1993 è ufficialmente un giocatore del Toro e oggi si è fatto scoprire, almeno a parole. “Essere arrivato al Toro è per me un motivo di grande emozione, spero di riuscire a ripagare la fiducia della società e di dare il mio contributo sul terreno di gioco” sono le sue prime parole granata. Lo sgusciante attaccante venezuelano che il Toro ha scoperto in Svizzera, nello Young Boys, parla poi della collocazione tattica: “Sono pronto a giocare in tutte le posizioni, per me conta solo giocare. Dal punto di vista tattico io preferisco fare la seconda punta, ma ogni decisione ovviamente spetta al tecnico Ventura”.

Le prime nozioni di Toro le ha avute dal suo ex compagno allo Young Boys Alex Farnerud, che adesso ritrova in granata. “Perché ho scelto il Toro? Perché è una grande squadra, dalla grande storia e io stamattina sono salito a Superga per un saluto al Grande Torino  –  risponde Martinez -. Ho visto molte partite del Toro, mi piacciono molto i tifosi e l’ambiente granata”. Il neo-attaccante granata è fiero di rappresentare il Venezuela in serie A: “Per il Venezuela è una cosa importante, non tutti riescono a giocare in Europa, ancor più in una squadra come il Toro” è il saluto ai suoi nuovi tifosi di Martinez.

torino fc

serie A
Protagonisti:
Josef Martinez
alessio cerci
Fonte: Repubblica

Commenti