Settore giovanile, il Napoli guarda in casa Juve Stabia

“Alzare un muro calcistico in Campania per evitare la fuga dei giovani talenti verso il Nord”, è questa la missione di Gianluca Grava, responsabile del settore giovanile del Napoli. Tale compito passa per la ricostruzione di rapporti malcurati in passato con le scuole calcio ma anche con le società professionistiche del territorio. Una delle prime realtà con cui il Napoli sta dialogando è la Juve Stabia, con cui sta costruendo un importante rapporto di collaborazione ad ampio raggio. L’obiettivo immediato è rinforzare la rosa degli Allievi Nazionali di Nicola Liguori. Il Napoli ha nel suo mirino quattro ragazzi promettenti classe ’98 che hanno disputato sotto età il campionato Allievi Nazionali A e B: si tratta dei difensori centrali Pio Schiavi  e Gennaro Donnarumma e degli esterni d’attacco Luigi Luise e Antonio Emmanuel Procida. Gianluca Grava ha già avuto vari incontri con il responsabile del settore giovanile della Juve Stabia Alberico Turi, la trattativa è in fase avanzata e procede verso l’accordo definitivo. Nelle prossime settimane si potrebbe raggiungere l’intesa complessiva, costruendo così il primo passo di un’intensa collaborazione.

fonte – iamnaples

Commenti
avatar

Tilde Schiavone

Sono una persona che riesce a star bene con se stessa solo se intorno a lei c' è armonia, questo è il motivo per cui cerco di risolvere i conflitti esistenti tra le persone che mi circondano;non amo i gioielli, specialmente quelli costosi, preferisco gli accessori di poco valore; non amo ricevere in regalo i fiori recisi: preferisco ammirarli nei giardini dove compiono il loro naturale ciclo vitale e non nei vasi dove hanno vita breve..Amo il blues,il canto del dolore, e il mio sogno è raggiungere un giorno quei luoghi che lo hanno visto nascere; Amo gli indiani d' america, la loro spiritualità e la loro cultura. non vivrei senza i dolci e la pizza. Sono campanilista, napolista, meridionalista ...maradonista. Adoro gli animali, ritengo che non siano loro le bestie e sono vegetariana. Non mi piace parlare, quel che sento preferisco scriverlo, so esprimermi meglio con una penna in mano anziché dinanzi a un microfono, amo inoltre il folclore della mia terra e cerco, attraverso l' Associazione Culturale Fonte Nova d cui sono Presidente, di preservarlo e diffonderlo ... e duclis in fundo AMO LA MIA NAPOLI, senza se e senza ma, ringrazio Dio perchè ha fatto sì che nelle mie vene scorresse il sangue del Sud!