Inter-Roma 2-0, nerazzurri già in forma campionato

PHILADELPHIA – E’ ancora calcio d’estate, ma Walter Mazzarri può ritenersi soddisfatto dell’Inter. Vidic e Nagatomo, con una rete per tempo, firmano la vittoria per 2-0 sulla Roma in una gara valida per la Guinnes Cup, ma soprattutto in un ghiotto antipasto del prossimo campionato. Bene i nerazzurri, ma dignitosa anche la prova della Roma anche se in continua a mancare un po’ di concretezza. In attesa di sperimentare la difesa a quattro, Mazzarri conferma ancora una volta il 3-5-2, con Vidic affiancato da Andreolli e Juan Jesus. Sugli esterni tocca a Nagatomo e all’ex di turno Dodò, Jonathan fa la mezzala assieme a Kuzmanovic e in mezzo c’è M’Vila. Coppia d’attacco formata da Icardi e Botta.

Nella Roma debutta Astori, al centro della difesa con Castan. In porta c’è Skorupski, Florenzi ed Emanuelson sono gli esterni. A centrocampo spazio a Pjanic, De Rossi e Nainggolan mentre il tridente vede Iturbe e Ljajic a supporto di Destro.  Subito un problema per i giallorossi, che perdono Castan per infortunio (dentro Benatia). Il primo tiro in porta è di Kuzmanovic, con Skorupski che si fa trovare pronto, e nel complesso la squadra di Mazzarri si fa preferire. Poi la Roma cresce sugli esterni senza creare granchè. Al 34′ nerazzurri insidiosi ma il colpo di testa di Icardi su cross di Jonathan è debole, mentre sulla risposta giallorossa di Nainggolan, Handanovic blocca in due riprese.

A chiudere il primo tempo avanti è l’Inter. Al 46′, sulla punizione di Dodò dalla sinistra, perfetto inserimento di Vidic e colpo di testa vincente. La ripresa vede la Roma più propositiva, e dopo appena un minuto Destro manda di poco a lato un colpo di testa a botta sicura. Al 12′ Nainggolan, con un diagonale potente che sfiora il palo. Inizia la girandola di cambi e nella Roma entrano Cole, Keita, Uçan e Totti mentre fra i nerazzurri – di nuovo pericolosi con Vidic su un’azione da calcio da fermo – tocca a Guarin, Kovacic, Laxalt, Carrizo e D’Ambrosio.
Le sostituzioni fanno meglio all’Inter che al 24′ raddoppia: cross dalla sinistra di D’Ambrosio, Astori spizzica la palla che arriva sui piedi di Nagatomo e il giapponese, tutto solo, non sbaglia con una botta di destro dal basso verso l’alto. La formazione di Mazzarri potrebbe anche calare il tris in un paio di occasioni, poi subentra la stanchezza, la gara scivola via senza grandi emozioni – fatta eccezione per una parata di Carrizo su Sanabria, lanciato da Totti – e il risultato non cambia più.
 

as roma

Inter
serie A
Protagonisti:
Fonte: Repubblica

Commenti