Relax Rafa: a Liverpool fino a mercoledì

La quiete di Liverpool. Vola a casa, Rafa, e lo fa dopo il premio Uefa ritirato in Svizzera per un po’ di relax: un plotoncino di Nazionali è ancora in giro, il weekend è libero per tutti e lui è convocato dalla famiglia. La ripresa con il boss è fissata per giovedì: fino a mercoledì, il Napoli sarà nelle (ottime) mani di Fabio Pecchia.

IL RELAX. E allora, la novità di ieri: Benitez non è in campo a Castel Volturno per l’ultimo allenamento della settimana. Una notizia arrivata a sorpresa dopo la chiusura del convegno degli Allenatori di Club d’Elite dell’Uefa, andato in archivio giovedì a Nyon, e la soddisfazione del premio celebrativo per le sue prime 100 panchine in Champions (ora è a quota 105). Motivo? Semplice: oggi e domani la squadra non lavorerà, e resterà a riposo anche mercoledì, e dunque Benitez ha approfittato per raggiungere la famiglia a Liverpool e staccare un po’ la spina.

VAI PIPITA. A dirigere le sedute di lunedì e martedì, allora, sarà il suo vice, Pecchia, proprio come nei giorni di Nyon. Proprio come ieri, quando in campo, insieme con il gruppo dei reduci senza Nazionale, s’è rivisto regolarmente anche Higuain. Tutto come previsto, insomma, e sorrisoni scintillanti a trentadue denti: il Pipita ha praticamente già smaltito l’affaticamento muscolare al quadricipite della coscia destra che mercoledì l’ha costretto a saltare l’amichevole di Dusseldorf, Germania-Argentina.

MINI MARATONA. L’allarme vibrato qualche giorno fa, insomma, è stato soltanto un fastidio di fine estate: Higuain migliora talmente velocemente che, ieri, ha anche giocato la partitella di chiusura 6 contro 6 (vincendo in squadra con Koulibaly, Insigne, Radosevic, Colombo e il giovane della Primavera, Palmiero). Dopo i due giorni di pausa, poi, lunedì il Napoli ritroverà anche Mertens – considerando lo slittamento della gara con Israele – mentre Maggio, Albiol, Hamsik, Inler, Zuniga e Rafael rientreranno progressivamente tra martedì e giovedì. Dopo gli impegni con le rispettive Nazionali e insieme con Rafa: l’esordio in campionato al San Paolo con il Chievo e la prima in Europa League con lo Sparta Praga, ancora a Fuorigrotta, sono la prima mini maratona azzurra. E lo scatto dovrà essere bruciante.

Corriere dello Sport

Commenti