La società vuole essere presente così De Laurentiis fa visita alla squadra

Un segnale. Un segnale forte e chiaro: la società è presente, s’aspetta grande impegno, coltiva grandi propositi e crede fermamente nel gruppo. Questo il senso della visita di Aurelio De Laurentiis alla squadra riunita nello spogliatoio per l’allenamento mattutino. Dopo l’incontro di lunedì scorso, il presidente del Napoli, profittando di alcune riunioni in programma nella sede di Castelvolturno, ha voluto rivolgere un incitamento particolare al gruppo finalmente al completo dopo i vari impegni con le nazionali. L’altra volta mancavano in parecchi. Ieri c’erano proprio tutti, compreso Benitez. «Fa sempre piacere ricevere la visita del presidente. E’ segno di compatezza», ha commentato Marek Hamsik, il capitano, assente lunedì scorso in quanto convocato nella Slovacchia.
De Laurentiis poi si è appartato con Rafa Benitez per scambiare qualche parola ed insieme si sono diretti sui campi di allenamento. Impensabile che abbiano parlato di rinnovo di contratto. Non era il momento e non c’era tempo per farlo. Di sicuro hanno discusso dell’inserimento dei nuovi arrivati, della data e sede della Supercoppa italiana, del tour de force che attende la squadra a cominciare da domani ed anche di qualche lavoro ancora da portare a termine al centro tecnico.
Poi, il presidente si è trattenuto a bordo campo ed ha seguito per intero l’allenamento tecnico-tattico ordinato dall’allenatore. Ha potuto notare come Ghoulam abbia ripreso già a correre dopo l’infortunio, seppure senza prendere parte alla sfida in famiglia; come i nuovi arrivati, Koulibaly, Michu e De Guzman si siano già inseriti nel gruppo; e come David Lopez abbia voglia di dimostrare le sue qualità di centrocampista di qualità e quantità e magari debuttare quanto prima.
Insomma, una visita stimolante per il gruppo e quanto mai gradita anche dall’allenatore dopo qualche insinuazione di troppo sul suo viaggio a Liverpool. De Laurentiis ha voluto trasmettere un’immagine di compattezza all’interno del Napoli ma anche fare da sprone ad un gruppo ancora poco stimato all’esterno, nonostante la vittoria di Genova .«Si volta pagina e si guarda avanti con fiducia, proviamo a far ricredere qualcuno» , avrebbe detto il patron con il sorriso sulle labbra. Del resto non sarebbe la prima volta nell’era De Laurentiis che il Napoli parta tra lo scetticismo generale.

 Corriere dello Sport

Commenti

Questo articolo è stato letto 405 volte