Rafael: “Spogliatoio unito, vogliamo fare bene. Morale buono, lavoriamo sulle palle inattive”

Conferenza stampa in casa Napoli. Oltre Rafa Benitez, parlerà anche il portiere Rafael.

Per Rafael: “Ti aspettavi queste difficoltà di questo inizio di stagione? Sapevamo che sarebbe stato un inizio di stagione duro: ci sono stati i Mondiali per cui abbiamo avuto poco tempo per preparare i preliminari. Ma comunque siamo all’inizio in questa stagione, abbiamo una squadra forte: pensiamo alla prossima partita, per noi l’Europa League è  una competizione importante.
Com’è il morale? Abbiamo tutte le motivazioni per fare bene: la rosa è competitiva, siamo uniti e felici e sappiamo che la stagione  è lunga ma abbiamo tutte le motivazioni alte per fare bene. 
Reina? Lui è un grandissimo portiere, con cui ho avuto la fortuna di lavorare un anno e da cui ho imparato tanto. Io ho 24 anni, sono all’inizio della mia carriera anche se ho vinto già 7 trofei. Ho fiducia nel mio lavoro.
Turnover? Le scelte dipendono dal mister, io sono un professionista e provo a fare il mio dovere fino alla fine: bisogna lavorare intensamente tutti i giorni senza fare proclami. Ognuno che gioca dà sempre il 100%
Differenze con l’anno scorso? L’anno scorso mi sono trovato benissimo e anche quest’anno: ci sono i calciatori dell’anno scorso, abbiamo una grande amicizia e il nostro spogliatoio è molto buono. Io credo che posso migliorare, come tutti: personalmente devo migliorare il rilancio, la posizione, il cross, tutte queste cose
Palle inattive? Ci stiamo allenando molto in queste situazioni, anche oggi l’abbiamo fatto e lo faremo anche domattina. Solo così si può migliorare, attraverso il lavoro.
Peso Champions mancata? Bisogna dimenticare quello che è passato, bisogna guardare al presente e dare uno sguardo al futuro per capire dove possiamo arrivare. Abbiamo tante competizioni da onorare: come ho detto bisogna pensare partita dopo partita.
Uscite? Alcune palle le ho bloccate e altre con cui sono uscito di pugno: bisogna valutare di volta in volta in base alle situazioni: mi alleno tutti i giorni per bloccare la palla.
Infortunio in Europa League, voglia di rivalsa? E’ un infortunio che non mi aspettavo, anche perché stavo iniziando a giocare e a fare bene: ora è passato e bisogna guardare avanti. E’ un prestigio giocare con questa maglia anche in Europa, è un’opportunità unica.”

Giuseppe Di Marzo

 

Commenti

Questo articolo è stato letto 609 volte