De Giovanni: “Preferisco evitare le pagelle, non capisco le cessioni fatte, Rafael troppo incerto”

MAURIZIO DE GIOVANNI, scrittore ed autore del best-seller “In fondo al tuo cuore. Inferno per il commissario Ricciardi”, è intervenuto a “NAPOLI MAGAZINE”, trasmissione radiofonica dedicata al Calcio Napoli, che approfondisce i temi sul Calcio Napoli proposti da NapoliMagazine.com, in onda dal lunedì al venerdì, dalle 14.30 alle 16.00, su Radio Punto Zero, con Michele Sibilla e Antonio Petrazzuolo in conduzione, per il consueto punto sugli azzurri. Ecco quanto ha affermato: “Oggi è meglio non fare pagelle perché sono indignato. A Milano, più delle altre volte, abbiamo visto che squadra ha costruito la società, una squadra molle, schierata male che ha ceduto completamente il primo tempo ad un Inter in disarmo, che non aveva nessuna forza e nessun senso e che, invece, avrebbe potuto chiudere il primo tempo in vantaggio di due, tre gol. Nella ripresa c’è stato un sussulto, ma troppo poco per una squadra che ambisce a traguardi prestigiosi. Sul banco degli imputati, mi dispiace, metto Benitez perché è evidente a tutti che con questo materiale non si può applicare il modulo tanto caro e che tanto ha fatto le fortune del tecnico spagnolo. Io non posso credere che la squadra azzurra sia stata l’unica a perdere con il Chievo, prima squadra di serie A ad esonerare l’allenatore, che abbia preso più gol di Empoli, Atalanta, Genoa, Torino e Verona. Altro argomento è Rafael, inadeguato al ruolo che deve ricoprire. Potremmo parlare poi del rendimento negativo di Jorginho e di Hamsik, ma lo abbiamo già fatto in tante circostanze e abbiamo anche cercato di spiegarlo. È una squadra senza nerbo e senza forza guidata da un allenatore senza nerbo e senza forza che ha già deciso di mollare a fine stagione. Non mi sento di dire che era meglio il Napoli di Mazzarri, ma è evidente che di Benitez sia rimasto solo il modulo perché non c’è più un’idea di gioco. Io vorrei sapere perché sono stati ceduti dei signori giocatori ed un campione come Pepe Reina, per acquistarne dei mediocri. Da tifoso io voglio una risposta”.

Commenti