Juventus-Palermo 2-0: si sblocca Llorente, i bianconeri allungano

TORINO – Massimiliano Allegri aveva chiesto risposte ai suoi dopo i passi falsi contro Sassuolo e Olympiacos e oggi è arrivata la ventitreesima vittoria consecutiva in casa. Tre punti quelli contro il Palermo che lanciano i campioni d’Italia a +3 sulla Roma in cima alla classifica. A segno oggi Vidal, ma soprattutto Llorente che finalmente si è sbloccato. Non brillantissima sul piano del gioco la prova dei piemontesi, ma sicuramente efficace. Palermo in partita fino all’1-0.

TANTI ERRORI IN AVVIO – Allegri concede un turno di riposo a Lichtsteiner e nel suo 3-5-2 sull’esterno destro schiera Pereyra, mentre a sinistra c’è Asamoah. Panchina anche per Pogba con la conferma in mezzo al campo di Pirlo: con lui Vidal e Marchisio. In attacco Tevez e Llorente. Iachini risponde con un modulo speculare: Pisano gioca sulla destra al posto di Morganella mentre davanti c’è la coppia Dybala-Vazquez. Confermati in difesa Munoz, Gonzalez e Andelkovic. La partita comincia con molti errori da una parte e dall’altra in fase di passaggi, ma dopo una decina di minuti la Juve preme. Llorente di testa non trova la porta. Ci prova due volte Marchisio, prima dal limite e poi dentro l’area al volo, ma senza esiti positivi. Llorente va ancora di testa al 17′ ma trova Sorrentino ben piazzato tra i pali.

PALERMO COLPITO DA VIDAL – Il Palermo tiene e prende fiducia alzando il baricentro e provando a colpire la Juventus. Al 29′ bellissimo contropiede di Dybala con palla servita a Vazquez che calcia dal limite dell’area: Ogbonna col corpo devia in corner. L’angolo lo batte Barreto e arriva un pericoloso colpo di testa in anticipo del solito Vazquez sul primo palo con palla alta di poco sopra la traversa. Ma nel miglior momento del match dei siciliani, i bianconeri passano. Minuto 32′: contropiede di Tevez che attacca l’area al limite, punta Gonzalez e Munoz attirandoli su di sè e poi serve Vidal che, defilato a sinistra in area, infila Sorrentino con un perfetto diagonale.

DELUDE PEREYRA – Dopo una manciata di minuti dall’inizio del secondo tempo, Allegri cambia Pereyra, deludente, con Lichtsteiner. E la Juventus spinge alla ricerca del gol della sicurezza. Asamoah trova una respinta di Pisano mentre Vidal spreca a due passi dalla rete dopo un errore di Feddal: girata alta sopra la traversa. Al 13′ Marchisio ci prova al volo con l’esterno dal limite, dopo un assist di Asamoah: palla out. Iachini prova a inserire Belotti al posto di Barreto, ma il nazionale Under 21 praticamente non toccherà palla.

IL RITORNO DI LLORENTE – Al minuto 18 Llorente e Tevez scambiano egregiamente sulla sinistra, quindi l’Apache crossa teso in area ma trova solo un corner. Si batte l’angolo e Llorente svetta anticipando di testa Feddal e insacca la sfera alla destra di Sorrentino. Primo gol in campionato per lo spagnolo, un’ottima notizia per tutti i tifosi bianconeri e per Allegri. Dopo il 2-0 la partita è praticamente chiusa anche perché il Palermo si demoralizza e pensa solo a non prendere altre reti. Esce Pirlo, anche oggi non ai suoi livelli, ed entra Pogba. Traballa ancora la difesa siciliana quando Marchisio al 32′ colpisce a botta sicura dal limite trovando però una mischia di difensori che respingono. Nel finale entra anche Giovinco che cerca il gol in tutti i modi, senza fortuna: prima impegna Sorrentino con un diagonale al volo, quindi al 44′ spara dal limite centrando il palo. E in pieno recupero trova ancora Sorrentino dopo una conclusione centrale sempre dal limite dell’area. Finisce 2-0 e la Juve riparte tornando padrona del campionato.

Juventus-Palermo 2-0 (1-0)
Juventus (3-5-2):
Buffon 6; Ogbonna 6,5, Bonucci 6,5, Chiellini 6; Pereyra 5,5 (53′ Lichtsteiner 6), Vidal 7, Pirlo 5,5 (65′ Pogba 6), Marchisio 6,5, Asamoah 6,5; Tevez 6,5 (79′ Giovinco 6,5), Llorente 7. A disp.: Storari, Rubinho, Mattiello, Romulo, Coman, Morata. All.: Allegri.
Palermo (3-5-2): Sorrentino 6; Munoz 5,5, Gonzalez 6,5, Andelkovic 5,5; Pisano 6, Bolzoni 5,5, Rigoni 5 (73′ Maresca sv), Barreto 5,5 (59′ Belotti 5), Feddal 5; Vazquez 6 (79′ Quaison sv), Dybala 6,5. A disp.: Ujkani, Terzi, Emerson, Morganella, Chochev, Ngoyi, Lazaar, Joao Silva, Makienok. All.: Iachini.
Arbitro: Calvarese.
Reti: Vidal al 32′ pt, Llorente al 19′ st.
Ammoniti: Barreto (P), Marchisio (J), Vidal (J).

Fonte: Repubblica

Commenti