Napoli, Sarri: ”Per noi è un derby, si vince con il cuore”

NAPOLI – Maurizio Sarri rispolvera il copione già interpretato alla vigilia della Juventus. “La classifica non mi interessa”, ha spiegato. La sfida con la Roma ha altre logiche per il Napoli. “Dobbiamo farci coinvolgere dal sentimento della città. Questa gara è molto sentita e vogliamo regalare una soddisfazione ai nostri tifosi. Ovviamente io parlo soltanto di rivalità sportiva e non di episodi tragici accaduti in passato. Affrontiamo la Roma nell’ottica di un derby e dobbiamo metterci il cuore per fare la differenza”. Il tecnico azzurro non si fida di una Roma in crisi. “Non lo è. Ha una storia importante fatta di giocatori di alto livello e le ultime gare certo non possono cambiare questa tendenza. I giallorossi sono l’antagonista naturale della Juventus per lo scudetto”.

Higuain e Dzeko saranno protagonisti. “Ma non è una sfida tra i due bomber. Garcia si tiene il suo e io naturalmente punto su Higuain. Con me è felicissimo? Allora Gonzalo deve contraccambiare domani – ha sorriso – senza ripetere, però, l’atteggiamento di Bologna. Quello non mi è piaciuto”. Il Napoli dovrà ritrovare la solidità difensiva: sei gol subiti nelle ultime tre partite. “Non è stato un problema soltanto della linea, ma di tutta la squadra che ha difeso peggio. Forse abbiamo peccato di generosità in alcune circostanze perdendo l’equilibrio. Non deve più accadere, noi dobbiamo essere sempre concentrati”. La chiave del match sarà a centrocampo. “Dovremmo fare molta attenzione, la squadra che rischia meno, riuscirà a mettere in difficoltà l’altra”. Sarri ha le idee chiare e getta sull’avversario l’eventuale pressione. “Qualche volta può anche capitare che un campionato sia vinto da chi ha investito meno. Ma rappresenta un’eccezione, a rigor di logica, dunque, la Roma è favorita”.

LE SCELTE – Il Napoli ha pochi dubbi: toccherà a tutti i titolarissimi. Mertens andrà in panchina ma sarò pronto a subentrare in corso d’opera. Non recupera, invece, Manolo Gabbiadini: “Ieri ha provato, ma ha ancora dolore alla caviglia, quindi lavorerà ancora con lo staff medico”.  Tutto pronto, dunque. O quasi. Il San Paolo indosserà l’abito dela festa: sugli spalti saranno 55mila.

ssc napoli

serie A
Protagonisti:
Maurizio Sarri
Fonte: Repubblica

Commenti

Questo articolo è stato letto 257 volte