Scotto: “Zuniga-Ghoulam, le ultime: il Napoli a gennaio potrebbe valutare una nuova pedina”

GIOVANNI SCOTTO, giornalista del Roma ed esperto di mercato, è intervenuto a “NAPOLI MAGAZINE”, trasmissione radiofonica dedicata al Calcio Napoli, che approfondisce i temi sul Calcio Napoli proposti da NapoliMagazine.com, in onda dal lunedì al venerdì, dalle 14.30 alle 16.00, su Radio Punto Zero, con Michele Sibilla e Antonio Petrazzuolo in conduzione, per il consueto punto sugli azzurri. Ecco quanto ha affermato: “Si è rivisto il Napoli che conosciamo, il Napoli di Benitez che gioca un gran calcio. La Roma ha fatto davvero poco ed ha favorito gli azzurri, ma il Napoli è stato davvero straordinario. Ora c’è bisogno di dare continuità alle prestazioni ed, ovviamente, ai risultati. Benitez, però, è fin troppo esperto ed intelligente per non cadere nella trappola della scorsa stagione, quando gli azzurri fallirono soprattutto contro le medio-piccole e sono sicuro che lavorerà moltissimo sulla testa dei giocatori per colmare questa lacuna. Contro lo Young Boys, Benitez potrebbe ricorrere ad un turn over più allargato, anche se non ne sarei così sicuro. Finora non tutti i nuovi hanno dato le risposte che l’allenatore si aspettava e per questo, per ora, voglio immaginare che si punti su un gruppo più ristretto. Zuniga probabilmente dovrà rioperarsi e se da una parte, la società vorrebbe evitare l’intervento, il giocatore, dall’altra, spingerebbe per l’operazione che lo terrebbe fuori dal campo per cinque, sei settimane. Se a questo si aggiunge la Coppa d’Africa che priverà Benitez di Ghoulam, credo proprio che la società provvederà a gennaio. La Fiorentina è una squadra inaffidabile, nel senso che non ci si può fidare perché, mentre ottiene grandi risultati poi crolla. È chiaro che contano molto le assenze degli attaccanti ed ora anche Bernardeschi è finito in infermeria, mentre Gomez, abbiamo visto, non è ancora pronto”.

 

Commenti

Questo articolo è stato letto 461 volte

avatar

Tilde Schiavone

Sono una persona che riesce a star bene con se stessa solo se intorno a lei c' è armonia, questo è il motivo per cui cerco di risolvere i conflitti esistenti tra le persone che mi circondano;non amo i gioielli, specialmente quelli costosi, preferisco gli accessori di poco valore; non amo ricevere in regalo i fiori recisi: preferisco ammirarli nei giardini dove compiono il loro naturale ciclo vitale e non nei vasi dove hanno vita breve..Amo il blues,il canto del dolore, e il mio sogno è raggiungere un giorno quei luoghi che lo hanno visto nascere; Amo gli indiani d' america, la loro spiritualità e la loro cultura. non vivrei senza i dolci e la pizza. Sono campanilista, napolista, meridionalista ...maradonista. Adoro gli animali, ritengo che non siano loro le bestie e sono vegetariana. Non mi piace parlare, quel che sento preferisco scriverlo, so esprimermi meglio con una penna in mano anziché dinanzi a un microfono, amo inoltre il folclore della mia terra e cerco, attraverso l' Associazione Culturale Fonte Nova d cui sono Presidente, di preservarlo e diffonderlo ... e duclis in fundo AMO LA MIA NAPOLI, senza se e senza ma, ringrazio Dio perchè ha fatto sì che nelle mie vene scorresse il sangue del Sud!