Stellone: “Mi piace come gioca il Napoli. Ho un consiglio per Insigne, Higuain attaccante geniale”

Roberto Stellone, ex attaccante del Napoli e attuale allenatore del Frosinone, è intervenuto ai microfoni di Radio Marte. Ecco quanto evidenziato da Pianetazzurro: “E’ un ottimo momento per il Frosinone: non pensavamo di partire così forte, ma per ora non cambiano i nostri obiettivi.
Differenze rispetto all’anno scorso? Quest’anno ci sono tante squadre blasonate come Bari, Bologna e Catania, e sorprese come Carpi e lo stesso Frosinone. Rispetto a quando giocavo io, è un campionato con meno qualità, sicuramente comunque più equilibrato. Speriamo di essere noi la sorpresa.
Il mio infortunio a Napoli? Eravamo a Bisceglie, dovevamo giocare contro il Lecce: misi male la gamba, si girò e mi ruppi il crociato. Insigne? Sta facendo benissimo: ora i tempi di recupero sono diversi e sicuramente minori rispetto al passato. Io gli consiglio di non mollare niente e fare tutto quello che c’è da fare. Mertens saprà sicuramente sostituirlo al meglio: Lorenzo stava dimostrando grande spirito di sacrificio, difendendo sia a centrocampo che in difesa. Contro il Pescara sarà una partita difficile, loro vengono dalla vittoria di Brescia e sicuramente avranno il morale alto. Noi abbiamo tre attaccanti che hanno fatto la bellezza di 17 gol: purtroppo giocando col 4-4-2, uno lo devo lasciare in panchina, ma sanno che per me sono tutti titolari.
4-2-3-1? Mi piace come modulo, ma non abbiamo le caratteristiche per attuarlo.
BeniteZ? Mi piace come gioca la squadra: purtroppo hanno pagato lo scotto dell’eliminazione della Champions, ma ora si sono ripresi con vittorie e prestazioni convincenti.
Obiettivo del Napoli oltre il terzo posto? Per lo Scudetto vedo sempre la Juventus in avanti, e poi Roma e Napoli per il secondo e terzo posto.
Higuain? Ha avuto un piccolo calo ad inizio stagione, ma appena s’è sbloccato, sono arrivati anche i risultati. E’ un giocatore geniale, e sicuramente andrà oltre la semplice doppia cifra. “

Giuseppe Di Marzo

Commenti

Questo articolo è stato letto 653 volte