Benitez: “Avevamo la partita in mano, tre gol regalati. Vi spiego l’errore sul terzo gol

Benitez ai microfoni di Sky dopo il pirotecnico 3-3 tra Napoli e Cagliari. Ecco quanto evidenziato da Pianetazzurro: “Zeman? Parliamo di un allenatore a cui piace attaccare, e credo che questo sia il calcio. Preferisco parlare io del Napoli e non di altre squadre.
Risultato giusto? Si sono rivisti i vecchi errori? Dopo 3-4 partite in cui facevamo bene la fase difensiva, ora dopo che avevamo la partita in mano, si è abbassata l’intensità permettendo loro di fare il primo gol e dunque di rientrare in partita. Loro sono una squadra che va sempre all’attacco e giocano molto bene in trasferta: bisognava fare il terzo e quarto gol per chiuderla. La partita era in mano, gliel’abbiamo regalata noi.
L’intensità assente contro le medio piccole? Non sempre è vero, abbiamo fatto bene nel primo tempo, poi abbiamo regalato tutti e tre i gol.
Rinnovo contrattuale? Dobbiamo concentrarci sul campionato: dopo il lavoro lo facciamo con Riccardo Bigon e il Presidente, ma oggi dobbiamo pensare al campionato.
Momento più difficile? Sono arrabbiato, perchè era una partita che avevamo in pugno e l’abbiamo regalata
Sostituzione di Insigne? Noi parliamo ogni giorno delle possibilità che abbiamo, e poi decideremo assieme al Presidente.
Errore Koulibaly? C’è stato un errore di concetto, ma anche quello tecnico: non bisognava appoggiare la palla a Koulibaly, ma poi la palla andava lanciata lontano.”

Giuseppe Di Marzo

Commenti