Inter: si stringe per Shaqiri, pronto ricorso contro squalifica di Juan Jesus

MILANO – Le immagini dicono tanto, non sempre tutto. Per questo l’Inter ha deciso di presentare ricorso contro la squalifica di tre giornate inflitta a Juan Jesus per “il comportamento tenuto nei confronti del bianconero Chiellini” si legge nella nota del Giudice Sportivo Tosel, che acquisite ed esaminate le immagini televisive, ha intravisto una “condotta violenta” ed ha perciò provveduto a fermare il difensore dell’Inter. “Nella circostanza segnalata – prosegue il comunicato – il calciatore nero-azzurro, nella propria area di rigore particolarmente affollata per l’esecuzione di un calcio d’angolo, con un repentino movimento del braccio sinistro portato all’altezza della spalla, colpiva con il gomito il capo del sopraggiungente antagonista, che si accasciava dolorante al suolo”.

Inter: si stringe per Shaqiri, pronto ricorso contro squalifica di Juan Jesus

Il fermo immagine tratto da Sky con la gomitata di Juan Jesus a Chiellini

Dunque, una semplice azione di gioco: cross dalla bandierina, area affollata, tutti a saltare tentando di colpire di testa. E’ presumibilmente su questo punto, ma non solo, che i legali del club di Erick Thohir faranno leva negli uffici romani della Corte Sportiva. L’Inter sosterrà, inoltre, che non si tratta di qualcosa di estraneo all’azione del momento come sottolinea Tosel nel suo documento.

GUARDA LA SINTESI DI JUVENTUS-INTER

Con gli avvocati al lavoro in difesa del brasiliano, il direttore sportivo Piero Ausilio è in costante contatto con il Bayern Monaco e con gli intermediari dell’affare Xherdan Shaqiri. La strada sembra in discesa, per ora l’accordo finale non c’è, ma potrebbe arrivare nelle prossime ore. Se così fosse il centrocampista svizzero sbarcherebbe a Milano già nel fine settimana. La proposta ai tedeschi è un prestito con obbligo di riscatto fissato in 13 milioni. Infilati dentro questo bailamme tra mercato e giustizia sportiva, Roberto Mancini prosegue verso la sfida contro il Genoa con grande ottimismo. Soprattutto dopo la prestazione della squadra contro la Juventus a Torino. Una partita finita 1-1, ma che per la reazione vista – nella ripresa – l’Inter avrebbe potuto vincere. Una performance che dà energia, entusiasmo, ma soprattutto fa bene al morale. Le paure e i blocchi dell’era Mazzarri stanno lentamente svanendo per far posto alla nuova Inter, quella del Mancio. Quella che gioca a calcio. Certo, sarebbe meglio con gli interpreti necessari.

serie A

Inter
Protagonisti:
Fonte: Repubblica

Commenti