Lazio-Napoli, Hamsik: « Volevamo a tutti i costi vincere a Roma, tre punti pesanti».

lazio-napoli hamsikStavolta è partito dalla panchina. Ci si può rinunciare allora, ma non per un match intero. Questo ce l’ha ben presente Benitez, che poi contro la Lazio gli ha concesso una mezzoretta tanto per non fargli perdere il ritmo. Fuori il peperino Mertens e dentro Marekiaro: il Napoli ha tenuto (bene) e lo slovacco ha dato il suo apporto, rischiando pure di mandare in gol Callejon. Raddoppio sfumato, però il capitano (la fascia dall’inizio era toccata a Maggio) s’è subito dato da fare, ha provato a rendersi insidioso col pezzo forte del repertorio: gli inserimenti. Si sa che Marek rende al meglio quando il ritmo diventa alto, ancor meglio se incandescente, e in quell’ultima mezzora aveva la possibilità di esaltarsi. Stenta invece se costretto a manovrare sulla trequarti quando i varchi si chiudono e vengono a mancare le condizioni per fiondarsi negli spazi. Insomma, anche in passato ha dimostrato che va a nozze con un gioco fatto di ripartenze, di rapidi capovolgimenti di fronte, quando le avversarie vanno prese d’infilata.

AFFOLLAMENTO. Benitez ora ha la possibilità soprattutto in attacco di variare, laddove possono attualmente entrare in gioco, alternarsi i vari Hamsik (appunto), Martens, Callejon, De Guzman, Gabbiadini, e presto Insigne (non il lungodegente Michu). Va d’altro canto notato che Hamsik con l’avvento di Rafa non è più quel tassello insostituibile, quel punto di riferimento così prezioso invece per Reja e Mazzarri. Non è più lo stesso? Di certo non è quello di un paio di stagioni fa, però è ben conscio che potrà e dovrà riscattarsi appieno nella seconda metà della stagione. Di occasioni ce ne saranno, sta a lui (naturalmente con tutta la disponibilità del tecnico) trovare la giusta rotta.

TRE PUNTI IMPORTANTI. Ecco il commento (puntuale) sul suo sito ufficiale dopo aver espugnato l’Olimpico. «Sono stati tre punti molto importanti, perché siamo riusciti a superare una diretta concorrente alla corsa per la prossima Champions. Sapevamo che la Lazio è una squadra di qualità, ma volevamo a tutti i costi vincere a Roma». E’ in arrivo l’Udinese dopodomani e Marek potrebbe tornare titolare: d’altronde negli ultimi tempi s’era anche di molto rafforzata l’intesa col Pipita. Se ciò dovesse essere confermato nei prossimi impegni, il Napoli ne gioverebbe non poco.

 

Corriere dello Sport

Commenti

Questo articolo è stato letto 476 volte