Torino tra Gonzalez e Lodi, per l’attacco il sogno è Osvaldo

TORINO – Dopo il portiere di belle speranze classe 1992 Ichazo, in arrivo dal Danubio per sostituire Gillet passato al Catania, adesso si tratta di rinforzare la squadra dove c’è più bisogno, ossia a centrocampo. Il diesse Petrachi accelera i tempi ma per il momento la pista che porta ai viola Ilicic e Kurtic non si sblocca. E allora avanti con le strade alternative, caldissima quella dell’uruguagio della Lazio Gonzalez fino a Dessena passando per i parmigiani Acquah e, soprattutto, Lodi. Ma un colpo è atteso anche davanti, tanto più dopo la mezza rivoluzione che ha portato alla cessione di Larrondo, l’accantonamento di Barreto e la retrocessione di Amauri, di fatto, a quarta punta della squadra, alle spalle di Quagliarella, Maxi Lopez e Martinez. E per il reparto offensivo il sogno rimane sempre legato al nome di Osvaldo: facile, però, che le chance granata possano crescere soltanto in extremis, qualora l’attaccante dell’Inter non dovesse accordarsi con altre società a lui più gradite.

Intanto stamattina i granata hanno svolto la seconda seduta di lavoro settimanale. Una sessione prevalentemente basata sulla parte atletica, con lavoro aerobico e muscolare svolto prima in palestra e poi in campo. Giampiero Ventura ha a disposizione tutti gli effettivi e le scelte, in vista della sfida casalinga di domenica contro la Sampdoria, sono ampie. Intanto, nel pomeriggio, la squadra usufruirà di una mezza giornata di riposo a sorpresa: la decisione è infatti stata presa dall’allenatore ligure al termine della seduta mattutina. Il lavoro, dunque, riprenderà domani con un allenamento pomeridiano alla Sisport. 

serie A

torino fc
Protagonisti:
Fonte: Repubblica

Commenti