Bellinazzo: “Se il Napoli vuole fare il grande salto deve avere al più presto uno Stadio all’ altezza dei club europei”

bellinazzoMarco Bellinazzo, giornalista de Il Sole 24 Ore, è intervenuto a Teleclubitalia. Queste le dichiarazioni rilasciate ai nostri microfoni nel corso di Club Napoli All News: “Mi sono chiesto quanto approssimativamente perda il Napoli non avendo uno stadio all’altezza dei club europei e la stima è di circa 10 milioni all’anno. Bisogna intervenire sul San Paolo, ma bisognava farlo già in passato. Non ho capito le intenzioni delle parti, né il progetto nel dettaglio. Non so se si tratti di un restyling minimo o se si approfondiranno i lavori, cosa buona e giusta, quest’ultima, per incrementare la crescita della società. Se davvero il Napoli punta a fare il grande salto e seguire il progetto gettato da De Laurentiis deve assolutamente investire sullo stadio. Metto in dubbio a questo punto la volontà di De Laurentiis, un imprenditore come lui non dovrebbe avere problemi a trovare soci che investano per il bene della società, soprattutto conoscendo l’amore dei tifosi e il ritorno economico che ci sarebbe. Non penso il presidente voglia andar via, altrimenti non spenderebbe nemmeno questi 20 milioni, sarebbero solo soldi buttati, nonostante l’accordo con il comune e l’urgenza di rispettare le norme Uefa. Mi spaventa anche l’attività commerciale e mi chiedo perché un club come il Napoli non abbia ancora uno sponsor di caratura internazionale. Incassare 20 milioni l’anno di botteghino è insignificante, ma il calcio italiano è davvero alla deriva.Mercato? C’è da ammettere che il Napoli è l’unico club ad aver investito e speso dei soldi. Quello generale italiano è stato veramente scadente. Ormai il nostro è diventato un mercato di esportazione, lasciamo partire i talenti e prendiamo le vecchie glorie, un po’ come succedeva per il campionato americano. Questa è l’ennesima dimostrazione di quanto tutto stia cambiando in negativo”.

Commenti

Questo articolo è stato letto 694 volte

avatar

Tilde Schiavone

Sono una persona che riesce a star bene con se stessa solo se intorno a lei c' è armonia, questo è il motivo per cui cerco di risolvere i conflitti esistenti tra le persone che mi circondano;non amo i gioielli, specialmente quelli costosi, preferisco gli accessori di poco valore; non amo ricevere in regalo i fiori recisi: preferisco ammirarli nei giardini dove compiono il loro naturale ciclo vitale e non nei vasi dove hanno vita breve..Amo il blues,il canto del dolore, e il mio sogno è raggiungere un giorno quei luoghi che lo hanno visto nascere; Amo gli indiani d' america, la loro spiritualità e la loro cultura. non vivrei senza i dolci e la pizza. Sono campanilista, napolista, meridionalista ...maradonista. Adoro gli animali, ritengo che non siano loro le bestie e sono vegetariana. Non mi piace parlare, quel che sento preferisco scriverlo, so esprimermi meglio con una penna in mano anziché dinanzi a un microfono, amo inoltre il folclore della mia terra e cerco, attraverso l' Associazione Culturale Fonte Nova d cui sono Presidente, di preservarlo e diffonderlo ... e duclis in fundo AMO LA MIA NAPOLI, senza se e senza ma, ringrazio Dio perchè ha fatto sì che nelle mie vene scorresse il sangue del Sud!