Benitez: “Abbiamo la mentalità giusta, importante avere duttilità. Sul secondo posto e le dichiarazioni di Allegri…”

Coppa Italia- Napoli-Inter Benitez

Rafa Benitez quest’oggi è intervenuto in conferenza stampa a Castelvolturno in vista di Napoli-Udinese. Ecco le sue dichiarazioni:

Un bilancio del 2015: “Napoli in salute? Credo di sì. Dobbiamo essere molto contenti di quello che abbiamo fatto. La squadra ha la mentalità giusta, funziona tutto bene e prima della partita tutto sembra positivo, anche se dopo tutto può cambiare”.

Sui diffidati: “Decidiamo la formazione in base a quello che ci serve, non possiamo controllare i cartellini. Abbiamo cinque diffidati ma non ci penseremo”.

Sulle seconde linee: “I giocatori che non giocano devono restare pronti, questo fa crescere la rosa. È questo che ci fa diventare più forti, tutti sanno di avere una possibilità”.

Sul mercato: “Quando troviamo un giocatore che può fare 2-3 ruoli sicuramente lo preferiamo. Koulibaly può giocare anche come terzino sia a destra sia a sinistra. Strinic? È arrivato, sta facendo benissimo. È importante averlo anche se in concorrenza con Ghoulam, ora siamo a posto e per la società e il futuro è positivo”.

Sulle parole di Allegri: “Spesso sento allenatori parlare bene di una squadra per ammorbidirla, ma noi dobbiamo continuare a pensare partita dopo partita e non ascoltare nessuno”.

Sul turn over: “Higuain sta facendo benissimo, stasera a cena parleremo. Credo che possiamo cambiare qualche giocatore, ma dipende da loro più che da me quanti ne possiamo cambiare”.

Sul secondo posto: “Mai dire mai. Sappiamo quello che dobbiamo fare, dobbiamo giocarci la partita con calma e andare un passo alla volta. Non si può prendere subito la laurea, prima ci sono vari esami. Ora pensiamo solo all’Udinese”.

Rinnovare per visitare tutta la Campania?: “La Campania ha tanti posti belli, non basterebbero 10 anni per visitarli tutti”.

Sul Paris Saint-Germain: “La cosa più importante per me è concentrarci sull’Udinese, poi ci sarà tempo per parlare del futuro, ma ora dobbiamo pensare solo alla partita”.

tmw

Commenti

Questo articolo è stato letto 839 volte