Calcio Femminile – Il Napoli frena anche col Centro Ester

Ancora uno stop per il Napoli Calcio Femminile, che viene fermato nel derby dal Centro Ester (2-1 il finale). La partita, giocata interamente all’attacco dalla formazione allenata da Alessandro Riccio, è stata decisa da due episodi nel primo tempo. Al 15’ un rinvio corto di Giuliano è stato sfruttato da Sorrentino che ha trovato l’1-0. Il raddoppio di Volpe, invece, è scaturito da un errore dell’intera difesa, che non ha seguito il centravanti avversario, partito in posizione di fuorigioco che, però, il guardalinee non ha segnalato. Nel finale Moraca al 70’ ha trovato il gol della bandiera dopo un lungo assedio alla porta avversaria al termine di un’azione confusa, ma non è bastato per riaprire la partita.

“Anche oggi è mancata la concentrazione giusta nei momenti decisivi – ha spiegato Riccio a fine partita -. È un periodo sfortunato, veniamo puniti a ogni errori, ma vuol dire che non siamo ancora pronti per il salto di qualità. Abbiamo perso il contatto con la realtà, giochiamo bene ma manca sempre qualcosa che ci permetta di tornare a vincere come abbiamo fatto fino a qualche settimana fa”.

Il Napoli Calcio Femminile tornerà in campo domenica 15 febbraio in casa contro il Catania.

Centro Ester-Napoli Calcio Femminile 2-1

Centro Ester: Del Pizzo, De Cicco, Beato, Canonico, Beato, Righero, Sorrentino, Sorriso, Di Marzo (88’ Ferrara), Barra (50’ Camardella), Volpe (71’ Palescandolo). A disp.: De Prete, Sicilia, Damiano. All. Gentile

Napoli Calcio Femminile: Parnoffi, Schioppo, Giuliano, Asta, Sabatino Cuciniello, Arcuro (46’ Russo), Aresu, Cuomo (46’ Tagliaferri), Moraca, Vecchione (72’ Lanzetta). A disp.: Iannone, Strisciante, Cafiero. All. Riccio

Arbitro: Vitucci (Sulmona)

Marcatori: 15’ Sorrentino (CE), 31’ Volpe (CE), 70’ Moraca (N)

Commenti

Questo articolo è stato letto 399 volte

avatar

Tilde Schiavone

Sono una persona che riesce a star bene con se stessa solo se intorno a lei c' è armonia, questo è il motivo per cui cerco di risolvere i conflitti esistenti tra le persone che mi circondano;non amo i gioielli, specialmente quelli costosi, preferisco gli accessori di poco valore; non amo ricevere in regalo i fiori recisi: preferisco ammirarli nei giardini dove compiono il loro naturale ciclo vitale e non nei vasi dove hanno vita breve..Amo il blues,il canto del dolore, e il mio sogno è raggiungere un giorno quei luoghi che lo hanno visto nascere; Amo gli indiani d' america, la loro spiritualità e la loro cultura. non vivrei senza i dolci e la pizza. Sono campanilista, napolista, meridionalista ...maradonista. Adoro gli animali, ritengo che non siano loro le bestie e sono vegetariana. Non mi piace parlare, quel che sento preferisco scriverlo, so esprimermi meglio con una penna in mano anziché dinanzi a un microfono, amo inoltre il folclore della mia terra e cerco, attraverso l' Associazione Culturale Fonte Nova d cui sono Presidente, di preservarlo e diffonderlo ... e duclis in fundo AMO LA MIA NAPOLI, senza se e senza ma, ringrazio Dio perchè ha fatto sì che nelle mie vene scorresse il sangue del Sud!