Napoli, Benitez ha trovato l’affidabilità: “Ora usiamo la testa”

NAPOLI – La continuità di rendimento è ormai un dato di fatto. La trasformazione del Napoli trova conforto nei numeri: quattro vittorie consecutive in campionato fanno rima con affidabilità. Gli alti e bassi che hanno caratterizzato il girone d’andata sembrano un lontano ricordo. Gli azzurri hanno mostrato compattezza e determinazione anche contro l’Udinese che si è resa pericolosa soltanto per venti minuti nel primo tempo, poi il Napoli ha saputo gestire il risultato nella ripresa senza correre rischi. Al 3-1, propiziato da un’autorete di Thereau, non ci sono stati più sussulti. La squadra di Benitez ha controllato proprio come una grande.

L’allenatore è ovviamente soddisfatto. “Abbiamo usato la testa – ha spiegato il tecnico spagnolo – e siamo riusciti a conquistare una vittoria preziosa”. Il Napoli è rimasto in scia della Roma e continua ad inseguire il secondo posto, come ha svelato Hamsik a fine partita. “E’ un obiettivo importante e lotteremo per questo traguardo”. La missione resta proibitiva. “La Roma è una squadra fortissima”, avverte Benitez che non cambia la sua filosofia. “Affrontiamo una gara alla volta. Dobbiamo continuare a lavorare. E’ necessario, ad esempio, migliorare l’equilibrio tra la fase offensiva e quella difensiva. Ci impegneremo ancora di più per riuscirci”. E per ‘dimostrarlo’ questa mattina ha aperto le porte del centro tecnico di Castel Volturno. Gruppo diviso in due: chi ha giocato ieri si è limitato ad un po’ di corsa, gli altri, invece, sono stati protagonisti di una seduta molto intensa. “Sono molto soddisfatto”, ha commentato l’allenatore. Il gelo non ha rappresentato un freno.

“L’umore è buono”, ha scherzato Benitez che si gode anche i progressi di Insigne. L’attaccante del Napoli ha svolto riscaldamento con i compagni divertendosi con il pallone, poi non ha disputato le partitelle a pressione continuando con la sua tabella specifica. Ritmo alto e sensazioni positive. Insigne viaggia verso il recupero e spera di essere protagonista a metà marzo. Nel frattempo farà il tifo per i compagni che già pensano alla trasferta di Palermo. Chi insegue, del resto, non può concedersi pause e Benitez pregusta il pokerissimo di successi. Il Palermo è reduce dal ko di San Siro con l’Inter e quindi non sarà facile espugnare il Barbera. Ma il Napoli ci proverà con lo stesso atteggiamento mostrato contro l’Udinese: la solita potenza offensiva, ma anche la consapevolezza dei propri mezzi per controllare il risultato senza affanni.

ssc napoli

serie A
Protagonisti:
rafa benitez
Fonte: Repubblica

Commenti