Feriti in città 4 tifosi turchi: rischio squalifica

Tifosi_Napoli2NAPOLI Giornata difficile quella vissuta ieri a Napoli dai tifosi turchi al seguito del Trabzonspor. Alla fine, il bilancio è di quattro feriti, tutti vittime di agguati in vari punti della città. Fortunatamente l’afflusso allo stadio dei circa 600 sostenitori ospiti è stato tranquillo, ma all’intero dello stadio i tifosi turchi hanno esploso una serie di petardi (lo stesso hanno fatto anche quelli del Napoli e il San Paolo era diffidato). Sempre a Fuorigrotta, un tifoso del Trabzonspor è stato aggredito con una cintura borchiata ed è rimasto ferito ad uno zigomo. Per lui cure mediche e prognosi di otto giorni. A ora di pranzo, invece, un altro tifoso turco è stato colpito da due uomini in scooter mentre era a bordo di un pullman a noleggio. Un oggetto ha mandato in frantumi dei vetri e le schegge hanno colpito in volto il tifoso che però ha rifiutato di recarsi in ospedale. Nel pomeriggio, infine, cinque tifosi turchi sono stati aggrediti da un gruppo di sei napoletani a piazza San Pietro a Majella. In questo frangente, due turchi di 27 e 41 anni hanno avuto la peggio: per il primo una ferita suturata con due punti, per il secondo solo escoriazioni. Entrambi sono stati refertati all’ospedale Vecchio Pellegrini.

La Gazzetta dello Sport

Commenti