Maria Mazza: “Napoli, c’è un dato che fa la differenza”

maria-mazzaMaria Mazza, nota showgirl, scrive su “NapoliMagazine.Com”: “Brutta settimana per gli azzurri, reduci dal pareggio in casa contro l’Inter, che proprio non è andato giù a tifosi e squadra. Proprio nel momento in cui la Roma sembra allentare la presa e rendere possibile il secondo posto alla squadra di Benitez si è verificato l’incredibile, ovvero la rimonta dell’Inter quando la partita sembrava chiusa grazie al goal di Hamsik e alla meravigliosa rete di Higuain, ancora una volta trascinatore in campo. Dopo l’amara rimonta nerazzurra, le parole dette e non dette sui canali Sky, l’atmosfera si è fatta un pò pesante in città, ma c’è un dato che va sottolineato. Il Napoli ha disputato 70 minuti con una buona intensità e proprio da lì bisogna ripartire. Qualcosa è andato storto in campo sicuramente ma è altrettanto vero che le polemiche, di qualunque natura, creano tensioni anche in campo, per cui meglio lasciarsi alle spalle le negatività e ricominciare dalle note liete. Evento spiacevole da non sottovalutare, invece, è rappresentato da quei cori razzisti che persistono da anni, segno di profonda ignoranza e di assoluta mancanza di sportività. Finché le sanzioni non colpiranno in modo duro le tifoserie, e non le società, questi fenomeni accadranno comunque e sempre, a nulla varranno, a mio avviso, eventuali multe o squalifiche. Il campionato non dà tregua e nemmeno la Coppa, per cui non ci resta che armarci di sciarpe e bandiere azzurre per incitare i nostri beniamini al raggiungimento di traguardi ambiziosi: stasera sarò presente allo stadio San Paolo per supportare da vicino il Napoli, sperando in una bella serata contro la Dinamo Mosca”.

 

Commenti

Questo articolo è stato letto 519 volte

avatar

Tilde Schiavone

Sono una persona che riesce a star bene con se stessa solo se intorno a lei c' è armonia, questo è il motivo per cui cerco di risolvere i conflitti esistenti tra le persone che mi circondano;non amo i gioielli, specialmente quelli costosi, preferisco gli accessori di poco valore; non amo ricevere in regalo i fiori recisi: preferisco ammirarli nei giardini dove compiono il loro naturale ciclo vitale e non nei vasi dove hanno vita breve..Amo il blues,il canto del dolore, e il mio sogno è raggiungere un giorno quei luoghi che lo hanno visto nascere; Amo gli indiani d' america, la loro spiritualità e la loro cultura. non vivrei senza i dolci e la pizza. Sono campanilista, napolista, meridionalista ...maradonista. Adoro gli animali, ritengo che non siano loro le bestie e sono vegetariana. Non mi piace parlare, quel che sento preferisco scriverlo, so esprimermi meglio con una penna in mano anziché dinanzi a un microfono, amo inoltre il folclore della mia terra e cerco, attraverso l' Associazione Culturale Fonte Nova d cui sono Presidente, di preservarlo e diffonderlo ... e duclis in fundo AMO LA MIA NAPOLI, senza se e senza ma, ringrazio Dio perchè ha fatto sì che nelle mie vene scorresse il sangue del Sud!