Magoni: “Inutile nascondersi dietro gli errori di Calvarese, il Napoli non ha saputo fare la differenza”

magoni

 

OSCAR MAGONI, ex centrocampista del Napoli, allenatore, è intervenuto a “NAPOLI MAGAZINE“, su Radio Punto Zero, trasmissione radiofonica dedicata al Calcio Napoli, che approfondisce i temi proposti sul web da NapoliMagazine.Com, in onda dal lunedì al venerdì, dalle 14.30 alle 16.00, condotta da Michele Sibilla e Antonio Petrazzuolo. Ecco quanto ha affermato: “A Soccavo spesso, dopo gli allenamenti, ci fermavano a chiacchierare con i tifosi, non c’erano tutti i filtri che ci sono oggi e per questo ho avuto la possibilità ed il piacere di conoscere a fondo Pasquale D’Angelo, che è stato e rimarrà un super tifoso. Di lui ricordo la capacità di gestire tutte le situazione e di mediare tra vecchie e nuove generazioni del tifo, oltre all’infinita passione che, purtroppo, lo ha portato alla morte. Ne avevamo parlato la scorsa settimana della gara con l’Atalanta, che ha fatto quanto doveva fare. Il Napoli, invece, ha deluso ancora una volta e, invece di spiegare cosa è successo, ha spostato l’attenzione sull’arbitro che sicuramente non era in giornata. Continuo a non capire perché, in questo momento molto delicato, giocano elementi che, sinceramente, dovrebbero lasciare spazio agli altri. Il Napoli mi è piaciuto negli ultimi 20 minuti, ma solo dopo aver subito il gol, tra l’altro con il vantaggio di un uomo. Non era così che si doveva gestire la gara. Calvarese era in giornata no e non vedo perché non si possa riconoscere, il gol di Pinilla, d’altronde, era chiaramente viziato da un evidente fallo ma, ripeto, doveva essere il Napoli a fare la differenza. Non mi è piaciuto per niente sentire la reazione della società che ha parlato di campionato falsato. La Roma, nonostante la vittoria, credo sia ancora in difficoltà, mentre la Lazio si vede che gioca sulle ali dell’entusiasmo ed in questo momento, la vedo favorita per il secondo posto. La partita con il Wolfsburg è una finale anticipata, i tedeschi sono forti fisicamente e tecnicamente ma se il Napoli gioca come sa, può superare il turno ed arrivare fino a Varsavia”.

Commenti
avatar

Tilde Schiavone

Sono una persona che riesce a star bene con se stessa solo se intorno a lei c' è armonia, questo è il motivo per cui cerco di risolvere i conflitti esistenti tra le persone che mi circondano;non amo i gioielli, specialmente quelli costosi, preferisco gli accessori di poco valore; non amo ricevere in regalo i fiori recisi: preferisco ammirarli nei giardini dove compiono il loro naturale ciclo vitale e non nei vasi dove hanno vita breve..Amo il blues,il canto del dolore, e il mio sogno è raggiungere un giorno quei luoghi che lo hanno visto nascere; Amo gli indiani d' america, la loro spiritualità e la loro cultura. non vivrei senza i dolci e la pizza. Sono campanilista, napolista, meridionalista ...maradonista. Adoro gli animali, ritengo che non siano loro le bestie e sono vegetariana. Non mi piace parlare, quel che sento preferisco scriverlo, so esprimermi meglio con una penna in mano anziché dinanzi a un microfono, amo inoltre il folclore della mia terra e cerco, attraverso l' Associazione Culturale Fonte Nova d cui sono Presidente, di preservarlo e diffonderlo ... e duclis in fundo AMO LA MIA NAPOLI, senza se e senza ma, ringrazio Dio perchè ha fatto sì che nelle mie vene scorresse il sangue del Sud!