Monti: “Benitez ancora una volta non mi ha convinto”

Gianluca-Monti-GIANLUCA MONTI, giornalista de ‘La Gazzetta dello Sport’, è intervenuto a “NAPOLI MAGAZINE“, su Radio Punto Zero, trasmissione radiofonica dedicata al Calcio Napoli, che approfondisce i temi proposti sul web da NapoliMagazine.Com, in onda dal lunedì al venerdì, dalle 14.30 alle 16.00, condotta da Michele Sibilla e Antonio Petrazzuolo. Ecco quanto ha affermato: “Pasquale è stato un tifoso che dava e non chiedeva. Ha sempre avuto grandi capacità di mediazione, riusciva a fare da cuscinetto tra tifoseria e stampa in un rapporto che non sempre è stato semplice, ti faceva capire le dinamiche del tifo sempre con grande rispetto dei ruoli. È stata una persona perbene che sapeva stare al mondo e sono convinto che l’omaggio che gli è stato tributato è stato davvero sincero. È stata una sofferenza arrivare al San Paolo e non avere il solito confronto pre partita, tra il serio ed il faceto, prima di andare ognuno verso la propria postazione. Rivedendo la partita con l’Atalanta credo che squadra e arbitro abbiano fatto a gara a chi faceva peggio. Non mi ha convinto ancora una volta Benitez con le sue sostituzioni mentre Reja, dal canto suo, ha dimostrato grandi capacità e di saper ottenere sempre il massimo dalle risorse che ha a disposizione. Reja ha dimostrato che quando serve si deve e si può cambiare e forse, è proprio l’eccessivo integralismo che sta condannando Benitez. Per fortuna che in Europa League le cose vanno meglio, anche se adesso c’è un avversario importante come il Wolfsburg, che però, concede molto agli avversari. Mi sembra che Benitez sappia sfruttare al massimo l’atteggiamento delle squadre europee, mentre in Italia continua a trovare molte difficoltà, forse anche perché non ha a disposizione gli interpreti giusti, soprattutto a centrocampo. Il Napoli aveva tutte le ragioni per protestare, ma prendersela con Tavecchio, dopo che De Laurentiis è stato un suo grande elettore, mi sembra quantomeno strano. Ciò non toglie che Calvarese abbia arbitrato davvero male perché l’episodio di Henrique, come si dice, ha girato la partita”.

Commenti
avatar

Tilde Schiavone

Sono una persona che riesce a star bene con se stessa solo se intorno a lei c' è armonia, questo è il motivo per cui cerco di risolvere i conflitti esistenti tra le persone che mi circondano;non amo i gioielli, specialmente quelli costosi, preferisco gli accessori di poco valore; non amo ricevere in regalo i fiori recisi: preferisco ammirarli nei giardini dove compiono il loro naturale ciclo vitale e non nei vasi dove hanno vita breve..Amo il blues,il canto del dolore, e il mio sogno è raggiungere un giorno quei luoghi che lo hanno visto nascere; Amo gli indiani d' america, la loro spiritualità e la loro cultura. non vivrei senza i dolci e la pizza. Sono campanilista, napolista, meridionalista ...maradonista. Adoro gli animali, ritengo che non siano loro le bestie e sono vegetariana. Non mi piace parlare, quel che sento preferisco scriverlo, so esprimermi meglio con una penna in mano anziché dinanzi a un microfono, amo inoltre il folclore della mia terra e cerco, attraverso l' Associazione Culturale Fonte Nova d cui sono Presidente, di preservarlo e diffonderlo ... e duclis in fundo AMO LA MIA NAPOLI, senza se e senza ma, ringrazio Dio perchè ha fatto sì che nelle mie vene scorresse il sangue del Sud!